Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Grifone Monteverde - Certosa: la rabbia dei secondi

Accademia e Tor di Quinto provano a scappare, ma alle loro spalle ci sono due squadre pronte a prenderne il posto



Grifone Monteverde (foto ©Del Gobbo)Difficile tenere lo stesso ritmo: se qualcuno scappa ha sempre una mossa in più, quella di anticipare il movimento e far perdere le proprie tracce. C'è però sempre qualcuno che insegue, perderebbe di senso la fuga ed il gioco si farebbe noioso. Differenze di passo e di tenuta fanno tutta la differenza del mondo, ma controllando battiti e respiro c'è la concreta possibilità non solo di non perdere terreno, ma anche di tentare il sorpasso. C'è una spinta diversa che manda avanti chi sa di avere qualcosa, magari un'inezia, in meno, una volontà che passo dopo passo si fa imprescindibile e che può tornare utile come scorta d'energia nei momenti chiave: a sorpasso avvenuto, con l'avversario nel mirino, nel faccia a faccia decisivo. Accademia Calcio Roma e Tor di Quinto stanno imprimendo un ritmo forsennato, con la squadra di Papotto (ex seconda) che ha pareggiato i conti. Lo stesso stanno cercando di fare Grifone Monteverde e Certosa, anzi, ci stanno già riuscendo. Una voglia indefinibile di rimanere a contatto con quel primo posto che non appare affatto una chimera, ma che potrebbe diventare molto più che alla portata in vista del primo episodio favorevole. E non è solo una questione numerica. E' una questione quasi di fede, incrollabile, nei propri mezzi. Una rincorsa che ha però il sapore del testa a testa continuo; di certo complicato, ma non impossibile. Guardando in casa rossoblu vediamo una formazione che sembra non fare fatica nell'approcciare al match e, tornando ai numeri, al momento la formazione di Radi sarebbe al comando da sola, imbattuta. Perché non va dimenticato l'inizio shock di stagione vissuto dalla formazione con casa al Villa dei Massimi: un 4-0 ormai acclarato, l'espulsione di Bonotti, sconfitta a tavolino e la paura di salutare la categoria non Certosa (foto ©Lori)potendosela giocare alla pari. Adesso, con qualche raggio di sole in più ma in una situazione comunque difficile sul lato disciplinare, il Grifone va per la sua strada scavalcando avversari. Ha addirittura un punto in più il Certosa di Ranalli, che sta confermando la grande stagione della passata edizione del campionato con un gruppo rinnovato, ma di assoluta qualità. Forse meno brillante rispetto ai colleghi della Portuense, ma sicuramente efficace, l'undici neroverde dimostra ogni settimana di poter concorrere senza alcuna paura per obiettivi ambiziosi. Un carico di rabbia agonistica e volontà con la miglior difesa del campionato a fare da cornice. In calendario c'è una giornata che dovrebbe mantenere immutati gli equilibri, poi, il 14 novembre, arriverà il primo momento in cui i secondi proveranno a prendere il sopravvento. Ma questa è tutta un'altra storia, attendiamo di raccontarla.