Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Grifone Monteverde esagerato! Il Pro Roma di mister Svezia crolla in casa

Grande successo per l'undici di Radi, che porta a casa il bottino pieno lontano dalle mura amiche



10a Giornata
2 - 5

MARCATORI 15’pt Franzè (GF), 33’pt Quattroni (GF), 38’pt Corrias (GF), 31’ e 37’st Di Maggio (GF), 40’st Menicacci (PR) rig., 44’st Calandrelli (PR)
PRO ROMA De Santis 6 (1’st Montagna 6), Bertinelli 5 (1’st Lemma 6), Masotina 5 (4’st Michetti 6), Menotti 5,5 (12’st Cesaretti 6), Mattaroccia 5, Tellone 5, Bortoloni 6, Albanese 5,5, Potocco 5 (1’st Calandrelli 6,5), Menicacci 6, Tancredi 6,5 ALLENATORE Svezia
GRIFONE MONTEVERDE Carloni 6,5, Proietti 6 (14’st Di Carlo 6), Agnoli 6,5, Bianchi 6, Ignazzito 6, Mezzetti 6,5, Anello 6,5 (25’st Faragalli 6), Di Maggio 8, Quattroni 6,5 (1’st Seste 6,5), Franzè 7 (10’st Fogli 6), Corrias 7,5 (13’st Bonotti 7,5) PANCHINA Marocchini, Papavolo ALLENATORE Radi
ARBITRO Sig. Pontone di Cassino 6  

Il Grifone Monteverde continua il suo ottimo campionato vincendo sul difficile campo del Pro Roma con il finale di 2 a 5, mantenendosi in questo modo al vertice della classifica insieme alla Tor Tre Teste uscito con i tre punti dalla sfida casalinga con il Futbol. Una gara ben giocata dalla formazione rossoblu, quella odierna, che ha dimostrato facilità di palleggio e buone idee di gioco soprattutto con Di Maggio e Bonotti, fra i migliori in campo. Sul fronte opposto partita da rivedere in fase difensiva per il Pro Roma che mostra un buon impianto tecnico, ma si perde in errori superficiali per i quali c’è ancora il tempo di rimediare.  

©GAZZETTAREGIONALEPrimo Tempo. Dopo un avvio lento dove per un quarto d’ora non succede nulla, la partita si sblocca improvvisamente al 15’: è un errore in fase di rinvio del Pro Roma a concedere il pallone a Mezzetti che in area avversaria di prima intenzione serve Franzè il quale non sbaglia firmando lo 0 a 1. L’undici di casa si fa vedere al 21’ quando Potocco va via alla difesa avversaria e chiama all’intervento Carloni che mantiene invariato il parziale. Il break Pro Roma dura però poco perché il Grifone cresce con il passare dei minuti e così al 28’ Agnoli impegna il numero uno avversario, e poi al 33’ Quattroni fa 0 a 2: punizione dai 25 metri ben calciata da Di Maggio e ottimo intervento di De Santis in risposta. La ribattuta del numero uno di casa è però corta e Quattroni è più rapido di tutti depositando in rete da pochi passi. Sul doppio vantaggio, il Grifone sale in cattedra e così passano pochi minuti quando Corrias firma il terzo goal ospite con un preciso diagonale che di fatto chiude la prima frazione di gioco.  

Secondo tempo. La ripresa si apre con una girandola di cambi, ma il leitmotiv resta invariato e così sono ancora gli ospiti a tenere il pallino del gioco. E’ tuttavia il Pro Roma ad avere la prima vera occasione da goal al 20’ quando Tancredi, il migliore dei suoi, serve con un preciso filtrante Calandrelli, ma il numero 18 impiega troppo tempo a concludere e così Carloni trova il tempo per chiudere lo specchio della porta. Al 25’ arriva l’episodio che sembrerebbe chiudere la partita: nel giro di due minuti Tellone rimedia due cartellini gialli – il primo giusto, mentre sul secondo resta più di un dubbio – che lo mandano anzitempo negli spogliatoi. Sulla successiva punizione Di Maggio trova la parabola perfetta piazzando il pallone a fil di palo per lo 0 a 4. Nonostante il passivo e l’espulsione il Pro Roma cresce con il passare dei minuti, sprecando però le buone palle create in avanti. Così arriva il quinto goal Grifone: Di Maggio va all’azione personale, ma entrato in area viene steso da Mattaroccia guadagnandosi un calcio di rigore. Dal dischetto si porta sempre il numero 8 ospite che calcia bene e firma lo 0 a 5. Sembra finita, ma nel finale di gara il Pro Roma si sblocca: prima Tancredi si procura un rigore che Menicacci trasforma per l’1 a 5, poi Lemma serve Calandrelli che in area chiude la gara sul finale 2 a 5 che fissa il risultato.