Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Guardia di Finanza, qualificazione col brivido

L'undici di Berruti si fa rimontare tre gol dal Cantalice, ma accede ai sedicesimi in virtù dell' 1-0 del match di andata



GUARDIA DI FINANZA – CANTALICE 3-3 (and. 1-0)

MARCATORI Cifani 4' pt rig. (G), Malatesta 12' pt (G), Salo 5' st (G), Vanni 30' st (CA), Salvi 43' st rig. (CA), Grifoni 46' st (CA)
GUARDIA DI FINANZA Di Giosia D. 6, Capoccetti 6 (15' st Aliberti 5.5), Macidonio 6, Lunghi 6, Morelli 6.5, Secci 6, Di Giosia 6.5, Stufa 6.5, Malatesta 7, Cifani 6.5 (1' st Pierri 6), Salo 6.5 (11' st Falcioni 5.5) PANCHINA Sforza, Boschi, Scicchitano, Cacchioni ALLENATORE Berruti
CANTALICE Natali 6, D'Aquilio 6.5, Lodovici 6, Schettino 6.5, Severoni 5.5, Salvi 6.5, Melchiorri 5.5 (15' Porazzini 6), Grifoni 6, Dionisi 5.5 (1' st Fusacchia 5), Marchioni 5.5, Accardo 5.5 (Vanni 5.5) PANCHINA Blasetti, Panfino, Annibaldi ALLENATORE Pezzotti
NOTE Espulsi al 28' st Falcioni (G), al 35' st Pierri (G), al 49' st Fusacchia (CA) Ammoniti Salo, Lodovici, Stufa, Salvi, Falcioni Lunghi Angoli 2-2 Rec. 2' pt – 4' st  


Per l'ennesima volta il Guardia di Finanza rimanda l'appuntamento con la vittoria davanti al pubblico amico. Nel match di ritorno dei trentaduesimi di Coppa Italia contro il Cantalice finisce 3-3 con il brivido per la squadra di Berruti, che in doppia inferiorità numerica si fa rimontare tre gol e soffre fino al triplice fischio. Passano il turno i gialloverdi, in virtù dell' 1-0 della gara d'andata. Prima del fischio d'inizio, un minuto di raccoglimento a omaggiare la memoria del Generale Manzi recentemente scomparso a causa di un male incurabile.

Uno scatto del match (Gazzetta Regionale)La gara si mette subito bene per i padroni di casa che dopo 12' sono già avanti 2-0, in virtù dei gol di Cifani dal dischetto (rigore scaturito da uno spunto di Salo) e di Malatesta su assist di Di Giosia. I reatini accusano il colpo e fino alla mezz'ora sono praticamente inesistenti. Primi segni di vita degli ospiti al minuto 29' con untiro dalla distanza di Accardo che non fa male al portiere avversario. Prima dell'intervallo Guardia di Finanza vicino al tris in mischia su cross dalla bandierina, ma il palo salva Natali. Gol del 3-0 che comunque arriva in avvio di ripresa grazie al tap – in di Salo sugli sviluppi di un calcio piazzato, con la retroguardia del Cantalice che sbaglia la linea del fuorigioco. I ritmi si abbassano e la cronaca ci porta al minuto 28' quando il neo entrato Falcioni rimedia il secondo giallo nel giro di pochi minuti e va sotto la doccia. Passano 2' e il Cantalice accorcia le distanze con un gran gol di testa di Vanni su assist di D'Aquilio dalla destra. Gli uomini di Berruti perdono la testa e al 35' restano in nove per il rosso diretto esibito dal direttore di gara a Pierri, reo di aver scalciato un avversario a gioco fermo. La squadra di Pezzotti a questo punto ci crede e al 43' Salvi fa 3-2 dal dischetto con un cucchiaio che mette a sedere Di Giosia. Finale rovente. Il Cantalice trova addirittura il gol del pari con Grifoni, perde Fusacchia per espulsione dopo un brutto calcio a Malatesta, e tenta l'assalto finale a caccia della rete che regalerebbe la qualificazione ai rossoblu. Gol che non arriva e al triplice fischio il Guardia di Finanza tira un sospiro di sollievo.