Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Guidonia, il "Re" Giorgio Ricci lascia il calcio giocato

L'esperto bomber di Tivoli ha scelto di attaccare gli scarpini al chiodo: ecco il comunicato del club giallorosso



Giorgio Ricci foto © marco innaroIl calciatore Giorgio Ricci ha comunicato alla società Acd Guidonia Montecelio la sua decisione di lasciare il calcio giocato. Classe 1974, Giorgio Ricci nel corso della sua carriera ha realizzato oltre 300 gol tra la Serie D e la Promozione. Nelle ultime due stagioni Ricci ha vestito anche la maglia del Guidonia. Tra le sue migliori prestazioni due gare contro le compagini romane del Trastevere e della Vigor Perconti: contro il Trastevere nella scorsa stagione ha realizzato un gol nel 2-2 finale, contro la Vigor Perconti a settembre (seconda giornata di questo torneo) si è sacrificato sulla corsia di sinistra a centrocampo nella seconda frazione per aiutare la squadra a portare a casa una vittoria per 1-0. Nel corso della sua carriera più volte Ricci è stato anche un grande avversario dell’Acd Guidonia Montecelio infliggendo alla compagine giallorossoblù qualche dispiacere. La bravura di Ricci, secondo il nostro modesto parere, è stata quella di non far mai pesare all’interno dei vari spogliatoi la sua importanza in una squadra, testimoniata dal lavoro sul campo e dalla quantità di reti pesanti realizzate. Ricci è un uomo di personalità, dal carattere forte: domenica, nel corso della sua ultima partita, il bomber (titolo che resterà per sempre vicino al suo nome) si è scontrato con il gruppo Guidonia Ultras 1937 sotto gli occhi di tutto il pubblico presente a Riano, a dimostrazione di una persona poco incline ai compromessi, una persona vera e decisa nei comportamenti. La società prende atto della sua decisione, l’allenatore Paolo Mariani dovrà fare a meno nel proseguo della stagione di un elemento esperto in grado di traghettare anche i compagni di squadra più giovani in una crescita difficile e piena di ostacoli. A Ricci i migliori auguri per un meritato riposo e per una carriera calcistica ancora da scrivere perché persone dalla sua esperienza devono comunque restare per dare un contributo a questo movimento. Il “re”, questo il suo soprannome nel calcio laziale, lascia il calcio. Il grazie dell’Acd Guidonia Montecelio si aggiunge a quello degli appassionati e dei suoi sostenitori.