Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Guidonia, sarà Fabrizio Borghi l'allenatore

L'ex capitano giallorosso guiderà la Juniores: "Ringrazierò sempre la famiglia Bernardini"



Fabrizio Borghi con la maglia del GuidoniaE’ Fabrizio Borghi il nuovo allenatore della Juniores Regionale dell’Acd Guidonia Montecelio. Ex calciatore, di ruolo centrocampista, Borghi ha vestito la maglia giallorossoblù per tre stagioni ed è stato l’ultimo capitano ad alzare una coppa anche se per il secondo posto in occasione della finale della competizione italica di Promozione nel maggio del 2014 a Monterotondo. In tutto Borghi ha disputato 63 partite realizzando 8 gol e con 10 assist con la maglia del Guidonia. Ora inizia la sua carriera da allenatore. L’esordio è avvenuto sabato scorso in occasione di Guidonia-Aces Casal Barriera 2-3. Domani, sabato 17 ottobre, la seconda sfida proprio contro il Cretone Castelchiodato Città di Palombara, quel club contro il quale si disputò la finale di un anno e mezzo fa.

Mister, la tua carriera da allenatore parte a Guidonia ma raccontaci quello che hai fatto da calciatore. 

“Ho fatto la primavera a Castel di Sangro per tre anni. Poi sono andato due anni a Civitavecchia in Serie D dove sono stato benissimo. Poi Cassino sempre in Serie D dove abbiamo fatto un grande campionato arrivando secondi. Sono stato a Fondi, a Terracina, a Cisterna. La parte pontina ha rappresentato una buona parte della mia carriera. Invecchiando mi sono avvicinato a casa con la Sorianese, poi a Sezze e tante altre piazze. Infine Guidonia dove mi sono trovato molto bene altrimenti non sarei qui. Ci sono stati momenti belli e meno belli, ma con la società ho sempre avuto un rapporto particolare”.

Cosa ti lega a Guidonia? 

“Ringrazierò per sempre la famiglia Bernardini per l’opportunità. Non vedevo l’ora di iniziare ad allenare. Ho finito quest’anno di giocare e già mi mancava il campo”.

Cosa rappresenta questa opportunità? 

“E’ un punto di partenza. Spero di fare bene, per me e per il Guidonia”.

Come intendi il ruolo di allenatore? 

“Facendo il corso riesce a crearti tante idee. Pensi di sapere tante cose, ma con il corso, confrontandoti con gente importante, ti rendi conto invece di saperne poco ancora. Ho studiato e imparato tanto. Speriamo al più presto di far vedere cose interessanti”.

Faresti giocare uno come Borghi nella tua squadra? 

“Modestamente parlando penso di sì. Sono stato un giocatore forse penalizzato dalla statura. Nonostante tutto il calcio mi ha dato tanto. Fino a cinque anni fa non ho mai lavorato, eppure ho una sola panchina tra i professionisti. A livello economico e personale mi sono tolto tante soddisfazioni, spero di riuscire a fare altrettanto bene da allenatore”.