Notizie
Categorie: Giovanili

I due tecnici spendono parole d'elogio per le loro formazioni al termine di una finale tiratissima

Tirillò :"Il gol a metà ripresa ha cambiato volto alla gara" Bussi: "La bravura dei miei è venuta fuori"



Anche se a fine stagione e quindi senza i canonici tre punti in palio, perdere non piace mai a nessuno. Soprattutto dopo una finale bella e tirata come quella che hanno messo in campo i Giovanissimi di Tor di Quinto ed Aprilia, con questi ultimi usciti poi vincitori. Se il risultato, dunque, non lo soddisfa, il tecnico del Tor di Quinto Tirillò ha visto comunque un grande impegno da parte dei suoi ragazzi :“ Abbiamo iniziato bene il match e siamo stati anche un po' sfortunati viste le due traverse che abbiamo centrato. Poi nella ripresa l'Aprilia è stata più brava. Non dimentichiamoci che è un club professionistico. Sono comunque soddisfatto della prova dei miei, il gol a metà ripresa ha cambiato il corso della finale”. In panchina insieme all'esperto allenatore di via del Baiardo sedeva un ragazzo che è pronto a fare la sua scalata da tecnico, Marzio Cruz, allievo di Paolo Testa e da un paio di stagioni in orbita panchina rossoblu. Su di lui Tirillò si esprime così “L'ho voluto al mio fianco per la prossima stagione ed insieme guideremo questo gruppo. Lui può dare tanto al Tor di Quinto perché è un bravissimo ragazzo”. Bussi Parole di elogio anche in casa apriliana. Il tecnico delle rondinelle è doppiamente soddisfatto sia per l'andamento della stagione che per la vittoria ottenuta contro il Tor di Quinto “Diciamo che alla fine la differenza l'ha fatta la qualità dei miei ragazzi e, da un certo punto di vista, anche il nostro aspetto fisico. Mi è sembrato che noi ne avessimo un po' più di loro. Tutto questo ci ha dato la possibilità di portare la partita a nostro favore”.