Notizie
Categorie: Altri sport

I Fedelissimi Lodigiani solidali con i tifosi della Virtus Roma

I sostenitori dello storico club romano hanno manifestato attraverso un comunicato la loro solidarietà verso i supporters giallorossi



Image titleRiceviamo e pubblichiamo il comunicato di solidarietà ai tifosi della Virtus Roma da parte dei "Fedelissimi Lodigiani":

"I Fedelissimi Lodigiani, in merito alle ultime vicissitudini societarie della prima squadra cittadina di basket, esprimono la massima solidarietà e vicinanza a tutti i tifosi della Virtus Roma; in particolar modo a tutti coloro che si stanno attivando fisicamente per evitare l’ennesimo scempio verso un patrimonio culturale e sportivo della Capitale. Appoggiamo in pieno la manifestazione indetta dalla tifoseria virtussina in Campidoglio, nella quale alcuni di noi sperano di essere fisicamente presenti. Riteniamo vergognoso, riprovevole e schifoso che una città di importanza mondiale come la nostra permetta la distruzione di realtà storiche come la Virtus Roma e, in passato, la stessa Lodigiani, ma anche la squadra di Rugby e di Pallavolo. Una città che si candida ad ospitare le Olimpiadi dovrebbe soprattutto, prima di fare due conti per la prossima mazzetta da pagare e per la colata di cemento da apporre, tutelare il proprio patrimonio sportivo esistente e curare la propria identità agonistica. Purtroppo a Roma manca un sostegno vero (e a non a chiacchiere) verso i sodalizi storici, ma anche il mantenimento e la valorizzazione degli impianti sportivi, molti dei quali lasciati in pasto alle crepe e alle erbacce (vedasi lo stesso Stadio Flaminio). L’indifferenza non è solo uno dei mali della nostra società, ma anche l’arma in più di chi specula sulla passione dei tifosi per soddisfare il proprio tornaconto, salvo poi defilarsi quando certi rubinetti si chiudono. Per questo invitiamo tutti i tifosi della Virtus Roma a non mollare. Certe battaglie si vincono anche in pochi, con la passione e la perseveranza; doti che ai romani veri non mancano mai".
Clicca qui per leggere il comunicato originale