Notizie

I misteri di Bolsena: al via le celebrazioni

In questi giorni presso la famosa città della Tuscia le manifestazioni in onore della Patrona Santa Cristina



Image titleE’ tempo di eventi nella Tuscia delle manifestazioni estive: arriva così anche la tradizionale rappresentazione dei Misteri di Santa Cristina che nelle giornate tra il 23 e 24 Luglio catalizzerà l’attenzione su Bolsena, la ridente cittadina adagiata in riva all’omonimo lago, in uno degli scenari paesaggistici e culturali tra i più interessanti di tutta la Provincia di Viterbo. I Misteri di Santa Cristina non sono altro che dei quadri viventi coni quali la città di Bolsena intende onorare la propria Patrona: i quadri, muti, rappresentano rispettivamente la caldaia, il lago, l’inferno, le verghe, i serpenti, il taglio della lingua, la gloria, la sepoltura, la ruota, la fornace e la ruota, ossia i patimenti e dunque l’ultima fase della vicenda umana di Cristina, giovane cristiana martirizzata nel corso dell’enorme persecuzione iniziata sotto l’imperatore Diocleziano nel IV sec. d.C. Essi vengono preparati con rigorosa meticolosità dalla gente del posto, in massima parte giovani, i quali credono fortemente nel valore di questa manifestazione ed amano le proprie radici. Il tutto si svolge nel novero dei festeggiamenti religiosi e civili di Santa Cristina. Il programma di questa edizione prevede per la sera del 23 Luglio la partenza della processione che trasporterà la piccola “macchina” lignea contenente il simulacro della Santa: nel corso di questo evento, che si snoderà tra piazza delle cinque giornate e la Chiesa del Santissimo Salvatore, ci saranno una serie di fermate, ciascuna corrispondente alla rappresentazione di un singolo mistero. Una processione con percorso inverso sarà invece il cuore delle celebrazioni conclusive, che si avranno entro le ore 12 della giornata successiva del 24 Luglio, terminando in serata con i fuochi d’artificio che illumineranno a giorno il Lago di Bolsena e tutto il territorio circostante.