Notizie

Il 2-2 e un Lico in grande spolvero fanno gioire la Lodigiani dopo i tempi supplementari

All'Urbetevere non bastano i gol di Santarelli e Mignanti, in finale con la Roma i ragazzi di Santucci



La festa della Lodigiani foto © LoriMARCATORI Lico 23'pt e 11'st supp. (L), Santarelli 24'st (U), Mignanti 10'pt supp. (U) 

LODIGIANI Arsene 6.5, Babini 6.5 (19'st Petroni), Capogna 6 (8'pt supp. Di Cairano sv), Begliuti 7, Palazzi 6, Mazzarani 6, Di Mascio 6.5, Obleac 6.5 (10'st Ambrogioni 6), Picano 6 (14'st Bianchi 6), Colaneri 6.5 (23'st Riolo), Lico 7.5 PANCHINA Colasanti, Arezzini ALLENATORE Santucci 

URBETEVERE Calisse 6, Tumminiello 6, Monaldi Francesco 6 (8'st supp. Sbrozzi 6), Mignanti 6.5, Mengoni 6, Capparella 6 (16'st De Marchis 6), Santarelli 7.5, Sanmartin 6 (5'pt supp. Rasi sv), Cipriani 6.5 (1'st Palotti 6.5), Capanna 7, Zappalà 6.5 (12'st Meloni 6) PANCHINA Monaldi Federico, Limoli ALLENATORE Brunelli 

ARBITRO Simone Benenati Tasca di Ostia Lido, voto 6.5 

NOTE Ammoniti Capogna, Capanna, Zappalà Espulso al 9'pt supp. Mazzarani (L) per doppia ammonizione Spettatori 80 circa Recupero 0'pt – 4'st 

Uno scontro epico. Due grandi società abituate a vincere non potevano farla semplice: non sono bastati infatti i 70' regolamentari. Tutto si decide nei supplementari, teatro delle più grandi emozioni della giornata. A sinistra i gialli dell'Urbetevere, secondi nel girone A con 59 punti a carico, a destra i biancorossi della Lodigiani, che svetta in prima posizione del girone B con 66 punti sulle spalle.Al fischio d'inizio le due contendenti devono conoscersi, e infatti i primissimi minuti di gara trascorrono fra molti cambi di fronte, mentre le occasioni da rete scarseggiano. Una volta prese le misure, è l'Urbetevere a regalare il primo sussulto: al 9' Santarelli da calcio piazzato centrale punta alla rete, ma la traversa dice no. Il possesso palla è chiaramente in mano ai biancorossi, che operano scambi precisi e arrivano con facilità nella metà campo avversaria. Al 18' però Picano spreca la punizione procurata da Colaneri con un tiraccio che si spegne sul fondo.Il centrocampo della Lodigiani domina il terreno di gioco, le geometrie sono mature e l'Urbetevere è costretta ad alzare il livello del pressing. Al 22' occasione per gli ospiti: Cipriani filtra un pallone per Santarelli che calcia a rete, Arsene devia in angolo. Sul capovolgimento di fronte la Lodigiani trova il vantaggio: l'uomo partita Lico prende palla, entra in area e da posizione defilatissima sulla sinistra mette a segno un diagonale incredibile, a filo del secondo palo, 1 a 0. Da qui in poi il dominio è totale, i biancorossi bucano il centrocampo come un groviera e vanno al tiro con Obleac e Di Mascio, ma Calisse para come se non ci fosse un domani. La Lodigiani è più squadra, mentre l'Urbetevere si spende in cuore ma i reparti non comunicano bene.Il rientro negli spogliatoi sembra rinvigorire i gialli di mister Brunelli: al rientro in campo difatti saltano gli equilibri pregressi, e al 6' ci vuole l'uscita di Arsene per sventare il tiro di Zappalà. I Biancorossi restano puliti nel gioco e freddi nell'animo, tanto da sembrare arroganti nei pericolosi ma efficaci disimpegni. L'Urbetevere preme sull'acceleratore, ha bisogno di due reti e il tempo scarseggia: al 21' ci riprova Santarelli su punizione, ma il tiro è alto d'un soffio. Il pressing forsennato dei gialli inizia ad incrinare le certezze difensive della Lodigiani, e al 24' la storia si complica: Monaldi dall'out sinistro mette in mezzo per Santarelli che di testa supera Arsene sul primo palo, 1 a 1 e il miracolo comincia ad apparire dietro l'angolo. La ripresa termina fra le incursioni ospiti e i locali in affanno. Al 1' del primo tempo supplementare subito pericoloso Lico, ma stavolta il diagonale lambisce il secondo palo. Le squadre sono ormai larghissime, ma l'Urbetevere mangia pane e ginseng, e allo scadere tremano gli spalti: Santarelli da calcio piazzato serve il perfetto colpo di testa di Mignanti che regala l'1 a 2 e la momentanea qualificazione al team di Brunelli. Si aprono così gli ultimi 10 minuti di gara con la Lodigiani che, risvegliatasi dal grande sonno, ci prova al 5' con Di Cairano la cui punizione finisce fra le braccia di Calisse. Ma non tutto è perduto: al 12' c'è l'ultimo grande assalto dei biancorossi in pieno recupero, esce anche Arsene dai pali e una serie di rimpalli in area favorisce il tiro ravvicinato di Lico che da pochi passi rifila il 2 a 2 finale sul primo palo. Subito dopo, il triplice fischio ufficializza la vittoria della Lodigiani di mister Santucci, che sabato dovrà sfidare la Roma per la finalissima.