Notizie
Categorie: Nazionali - under 17

Il Benevento espugna il Gentili e scavalca la Lazio

Successo di misura dei giallorossi che, in dieci, riescono a uscire dalla tana biancoceleste con i tre punti in palio



13a Giornata - 07 dic 2014
1 - 2

MARCATORI Brignola 9’pt (B), Filogamo 13’st (B), Kokali 23’st (L)

LAZIO Rausa 6, Spiezio 6, De Angelis 6 (21’st Svidercoschi 6), Kokali 6, Costalunga 6, Certini 5.5, Colarieti 5.5 (10’st Gambale 5.5), Miceli 6, Mancini 5.5 (18’st Guidotti 6), Romani 5.5, Spurio 5.5 PANCHINA Zaccheria, Sarrocco, De Cosmi, Castellani, Natali ALLENATORE Avincola

BENEVENTO Cioce 6.5, Iacovino 6.5 (41’st Paradisi sv), Sparandeo 6, Luciano 6, Fusco 6, Morganella 6, Crudo 6 (1’st Filogamo 6.5), Gengaro 6, Iodice 5.5 (34’st Letizio), Brignola 7.5 (23’st Lama 6), Marro 5 PANCHINA Mazzone, Di Maso, Martone, La Porta, Saccone ALLENATORE Cinelli

ARBITRO Di Paolo di Chieti, 6

ASSISTENTI Leonardi di Ostia e Sisea di Viterbo

NOTE Espulso Marro (B) al 39’pt per doppia ammonizione Ammoniti Cioce, Sparandeo, Luciano, Spurio Recupero 0’pt e 5’st


Bottino pieno per il Benevento in via Vittorio TrucchiVittoria di misura per il Benevento che questa mattina è riuscito ad espugnare il Gentili nonostante abbia giocato in inferiorità numerica per tutto il secondo tempo. Un successo che permette ai giallorossi di scavalcare in classifica proprio i ragazzi di Avincola, una squadra ancora alla ricerca di una vera e propria identità di gioco, troppo spesso aggrappata all’iniziativa dei singoli. 

La gara. Partita subito vibrante e giocata a ritmi elevati. Dopo pochi minuti di gioco gli ospiti passano in vantaggio grazie a una magia di Brignola, autore di un'azione meravigliosa. Il numero 10 giallorosso prende palla a metà campo, s'invola in contropiede scartando due difensori e, a tu per tu con il portiere, di sinistro infila Rausa portando avanti gli ospiti. La Lazio non ci sta e si riversa subito all'attacco provando a sfondare per vie centrali. Una manciata di minuti e l'undici di Avincola sfiora il pareggio: cross dalla sinistra di De Angelis per Miceli, che di prima intenzione stampa la sfera sulla traversa. I giallorossi si difendono compatti lasciando pochi spazi agli avversari, al 31'pt però commettono un errore: occasione per Colarieti, bravo a rubare palla a Morganella e a concludere subito verso la porta, Cioce fa buona guardia. A un minuto dal termine della prima frazione, l’episodio che potrebbe cambiare il volto della gara: inutile fallo a metà campo di Marro, che rimedia il secondo giallo e lascia anzitempo il campo da gioco. Il Benevento però si riorganizza bene e nella ripresa si presenta con l’ambizione di legittimare il vantaggio maturato nel primo tempo. Protagonista della gara è ancora Brignola che prima scalda le mani a Rausa, poi semina il panico sulla destra, arriva sul fondo e rimette la palla in mezzo per Filogamo che, da posizione ravvicinata, non sbaglia, portando gli ospiti sul 2-0. La Lazio prova a reagire e al 23’st accorcia le distanze con un rocambolesco gol: sugli sviluppi di un corner battuto da Miceli, la difesa giallorossa prova a spazzare, la sfera però si stampa sulla schiena di Kokali e poi termina in rete. L’undici di Avincola prende coraggio, ma fatica nell’esprimere un buon fraseggio, anzi i capitolini non giocano quasi mai palla a terra, provando a sorprendere la difesa avversaria con lanci lunghi per gli attaccanti. Centimetri che però non vengono ben sfruttati e l’unica soluzione, spesso è volentieri, è il tentativo dalla distanza. Ci provano Miceli, Svidercoschi e Spurio, ma l’esito è sempre negativo per quanto le conclusioni finiscano fuori di poco. Negli ultimi minuti due buone occasioni passano per i piedi di Guidotti che prima calcia potente di sinistro, pronta la risposta di Cioce, poi in scivolata prova a sorprendere il portiere ospite, ma il pallone rotola di poco a lato. Finisce 2-1 per il Benevento che scavalca i biancocelesti in classifica in attesa che venga recuperato la sfida tra Teramo e Lazio nel prossimo week end.