Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Il Calcio Sezze espugna il campo del Priverno

Per gli ospiti doppietta di Coia e rete di Lisi, momentaneo pareggio del team di Vellucci grazie all'autorete di Pestrin



14a Giornata - 07 dic 2014
1 - 3

MARCATORI 1’ pt e 23’ st Coia (C), 26’ pt Pestrin aut. (P), 29’ st Lisi (C)    

PRIVERNO Marinelli, Altobelli, Cacciotti, Di Giulio, Garofalo, Di Costanzo, Di Meo, Paniccia (26’ st Castellani), Sampaolo (30’ st Dell’Unto), Capuccilli, Violanti (14’ st Marroni). PANCHINA Di Mauro, Birlandeanu. ALLENATORE Vellucci 

CALCIO SEZZE Pastro, Colongi (43’ st Manni), Pecorilli, Petrussa, Scuoch, Di Trapano, Cece, Pestrin, Coia (35’ st Martelletta), Medoro, Antonucci (1’ st Lisi). PANCHINA Morichini, Rieti, Fiaschetti, Sartini. ALLENATORE Gaeta 

ARBITRO Bertoldi di Roma 2 

ASSISTENTI Atta Alla di Roma 1 e Bertucci di Roma 2 

NOTE Ammoniti Scuoch, Lisi, Pecorilli, Petrussa      

Alessandro Coia, autore di una doppiettaIl derby dei Lepini è appannaggio del Sezze, che con una bella prestazione si aggiudica il match al cospetto di una squadra decisamente rinforzata e ansiosa di risalire la china. In avvio Gaeta, che deve rinunciare solo a Stefanini e a Ciotti, con quest’ultimo sulla via del recupero, opta per una difesa con Di Trapano e Colongi esterni bassi, Scuoch e Pecorilli centrali. Dall’altra parte mister Vellucci schiera i nuovi acquisti Marinelli, Capuccilli (ex di turno) e Di Meo, ma deve rinunciare a Simone Sampaolo, squalificato per un turno. Dopo appena 1’ Coia rimedia una punizione dal limite e gela Marinelli con un destro preciso portando in vantaggio i suoi. La risposta del Priverno arriva un minuto più tardi sempre su punizione, calciata da Capuccilli, che spaventa Pastro ma termina a lato di un soffio. Al 6’ ancora Coia a provarci di testa su angolo di Antonucci, ma la palla si alza troppo. Al 13’ bellissima azione del Sezze orchestrata da Antonucci e Coia che portano al tiro Petrussa che dal limite spaventa ancora Marinelli. Al 19’ ancora Sezze molto pericoloso: Di Trapano si invola sull’out sinistro, arriva sul fondo e mette in mezzo un pallone sul quale si avventa Medoro, che si coordina e lascia partire un violento sinistro che però termina alto. Sall’altra parte Di Giulio ci prova dal limite, Pastro si allunga e mette in corner. Il Priverno guadagna campo e al 26’ trova il pareggio: Di Giulio si fa trovare tutto solo sulla sinistra e mette in mezzo un pallone che Pestrin, nel tentativo di anticipare l’accorrente Sampaolo, devia alle spalle di Pastro. Due minuti più tardi, sulle ali dell’entusiasmo, Sampaolo sfiora il raddoppio con un colpo di testa in anticipo su Pastro, ma la sfera non trova il bersaglio grosso. L’ultimo brivido prima dell’intervallo lo procura Coia, che ci prova in rovesciata dopo un rinvio sbagliato della difesa privernate, ma il pallone si alza troppo. Dopo 50’’ del secondo parziale ci prova ancora Coia, ma Marinelli stavolta è attento e mette in angolo. Sugli sviluppi del corner di Medoro ci prova Di Trapano di testa ma il pallone scivola sul fondo. Sezze spinge, ma Priverno regge l’urto. La gara si risolve a metà della ripresa: al 22’ Medoro fa tutto bene ma poi alza la conclusione con il destro, poi un minuto più tardi si invola, alza la testa e serve un assist al bacio per Coia che porta in vantaggio i setini. Sette minuti più tardi Medoro incanta sulla corsia sinistra e mette in mezzo un altro pallone sul quale Lisi si fa trovare puntuale per la rete dell’1-3. Il Priverno prova a reagire cambiando qualcosa in mezzo al campo, ma Sezze tiene botta e porta a casa tre punti pesanti e la consapevolezza che la strada da qui alla fine è ancora lunga e le sorprese sono dietro l’angolo.