Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Il Cantalice passa in casa della Fortitudo e si prende i trentaduesimi

Succede tutto nel primo tempo. A nulla serve il forcing finale della formazione di Mollicone, che non riesce a sfondare la difesa ospite nonostante la superiorità numerica



FORTITUDO CALCIO ROMA – CANTALICE         1-2

MARCATORI Cavallari 18' pt (CA), Midulla 34' pt (FO), Antonacci 44' pt (CA)

FORTITUDO C. ROMA Spinelli 6, Piccolino 7, Lumaca P. 6, Papaleo 6 (28' st De Benedictis sv), Macellari 6, Sardo 6, Danti 6, Midulla 6.5, Scarpa 7, Medici 6 (12' st Morelli 6) , Berbeglia 6 (18' st Pica 6) PANCHINA Funaro, Caridi, Lumaca N., Verrino ALLENATORE Mollicone

CANTALICE Caprioli 6.5, Basilici 6, Patacchiola M. 7, Franceschini 6.5 (32' st Dionisi sv), Persici 6, Pavitti 6, Accardo 6.5, Elenteri 6.5, Antonacci 6.5 (12' st Patacchiola R. 6), Beccarini 6.5, Cavallari 7 (19' st Melchiorri 6) PANCHINA Temperanza, Lodovici, Provaroni, Zegiye ALLENATORE Santacroce

ARBITRO Lemma di Frosinone, 6

NOTE Allontanato al 50' st Santacroce (CA) Ammoniti Piccolino, Papaleo, Dionisi, Sardo Angoli 5-1 Rec. 1' pt – 6' st.

Fortitudo, addio Coppa ItaliaIl Cantalice espugna 2-1 il Campo Ostiense, fortino della Fortitudo Calcio Roma,e si qualifica per il turno successivo di Coppa Italia di Promozione. Tanta sfortuna per i padroni di casa che, pur giocando l'intera ripresa in superiorità numerica, non riescono a scardinare la difesa avversaria, nonostante la buona prova del numero 9 Scarpa, e salutano con rammarico la competizione.

Primo tempo. Prime battute concitate e prima palla gol per gli ospiti al minuto 7' quando Accardo che prova ad impensierire Spinelli con un rasoterra sporcato in calcio d'angolo. Al 18' il numero 7 biancorosso è protagonista in prima persona dell'azione che porta in vantaggio il Cantalice: gran palla recuperata sulla destra e cross sul secondo palo, dove Cavallari arriva puntuale all'appuntamento per il gol che rompe l'equilibrio. La Fortitudo fa la partita, ma sono ancora gli ospiti a rendersi pericolosi al 27' con un tiro dalla distanza di Beccarini. Al 34' dalla distanza ci provano anche i padroni di casa con Midulla, che prende la mira dai 20 metri e disegna una parabola imprendibile per Caprioli: eurogol e 1-1. La Fortitudo ci crede e al 39' entra in partita anche il numero 10 Medici, con una percussione centrale e un pallonetto che per poco non sorprende il numero 1 avversario. A un giro di lancette dall'intervallo, una delle regole non scritte del calcio punisce la Fortitudo: Scarpa spreca a tu per tu con Caprioli, che si salva con la collaborazione di Basilici, e sul ribaltamento di fronte Antonacci non perdona. Gol mancato, gol subito. E il Cantalice va all'intervallo sul 2-1.

Secondo tempo. La ripresa inizia con il Cantalice subito pericoloso dopo 3' quando Basilici in sortita offensiva non inquadra lo specchio della porta da posizione più che favorevole. Al minuto 8' brutta tegola per gli ospiti, che restano in 10 per l'espulsione di Elenteri. In superiorità numerica la Fortitudo prende campo, ma rischia in contropiede. Antonacci danza costantemente sul filo del fuorigioco e nel giro di 2' sfiora due volte il gol del 3-1. I padroni di casa hanno bisogno di due gol per passare il turno e al 19' il neo entrato Morelli viene fermato sulla linea dal provvidenziale salvataggio di M. Patacchiola. Il forcing della Fortitudo è insistente, ma sterile. Le offensive di Scarpa e compagni si schiantano sulla muraglia biancorossa innalzata davanti all'estremo difensore Caprioli, che si salva in un paio di occasioni con bravura ed un pizzico di fortuna. L'ultimo brivido della partita è una conclusione dalla distanza del solito Midulla, che si spegne sul fondo, come le speranze della Fortitudo. Al triplice fischio sono gli ospiti a staccare il pass per la qualificazione.