Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Il Colleferro si prende il derby con la Semprevisa

La formazione di Fraioli continua a volare: un gol per tempo, con Cerroni e Neri su rigore



10a Giornata - 09 nov 2014
2 - 0

MARCATORI 41’ Cerroni, 48’ Neri (r) 

COLLEFERRO Zazzaro 6, Nardi 6, Fiore 6, Sfanò 6,5, Moriconi 6,5, Costantini 6,5 (89’ Sheuh), Neri 7, Iozzi 7, Cerroni 7 (78’ Felici ng), Amici 6,5, Corrado 6,5 PANCHINA Bucciarelli, Grimaldi, Schiavon, Proietti, Mattoni ALLENATORE Fraioli 

SEMPREVISA Gavillucci 6, Boselli 5,5 Palombi 5, Corvo 5,5, Lucarini 5,5, Saccucci 5,5, Indelicato 4,5 (47’ Piccolo 5), Antonini  5, Cacciotti 5 (62’ Lorenzi 6), Coluzzi 5, (Germoni 5), Salvagni 5,5 PANCHINA Secondelli, De Meis, Flavi ALLENATORE Liberti 

ARBITRO Zanotti di Pavia 5,5 

ASSISTENTI Ventre di Cassino 6; Mari di Roma Due 5,5 

NOTE Ammoniti al 11’ Coluzzi (S), al 31’ Antonini (S), 69’ Corrado (C)  

Marco Neri © foto ReflexIl derby va al Colleferro, che vince con un gol per tempo a stretto giro uno dall’altro. Così facendo, la capolista continua la sua corsa vendicando, al contempo, la sconfitta che l’anno scorso al “Galeotti” innescò il crollo della squadra del presidente Talone. Vittoria limpida, meritata. In una gara stroncata all’alba del secondo tempo da un rigore dubbio trasformato da Neri.

Supportata da caloroso pubblico, la Semprevisa scende in città con atteggiamento guardingo. In tal senso il 4-1-4-1 è eloquente. Di contro i rossoneri puntano forte sull’ariete Cerroni coadiuvato al meglio da un Neri sornione ed essenziale a sinistra e dall’apprezzabile Corrado sulla fascia opposta. Le prime occasioni sono di marca locale proprio con Corrado (11’) e Neri (15’) a chiamare Gavillucci sempre ben piazzato. Troppo debole la punizione dal limite di Antonini al 20’ e poco a “cattivo” il rimorchio di Cacciotti dopo torre aerea di Salvagni con destro fuori misura. Giusto annullare per fuorigioco il gol di Cerroni su incornata al 27’. Tuttavia, col passar del tempo i padroni di casa prendono campo. Lo conferma il tuffo in angolo di Gavillucci su staffilata da fuori di Cerroni al 36’, e l’occasionissima gettata alle ortiche da Neri nell’area piccola un minuto dopo con sinistro troppo strozzato. Inequivocabili scricchiolii biancoverdi. Seppur dalla Visa non ci si aspetterebbe l’improvviso errore madornale, come invece avviene di lì a breve. 41’, Palombi da terzino basso cincischia su un pallone che Cerroni gli sradica per condurlo in area dove scaraventa sul palo lungo: 1-0. Chi è causa del suo mal, pianga sé stesso. I locali ringraziano.

Al rientro in campo, dopo due minuti finisce la partita. Con Coluzzi a terra, mischia in area e rossoneri al tiro potente e ravvicinato che incoccia sul braccio di Piccolo (apparso aderente al corpo). Rigore con codazzo di polemiche ospiti accese e inascoltate. Neri incrocia e spiazza Gavillucci per il raddoppio. Salvagni prova a scalare l’Everest ma il suo tiro da fuori è sporcato da Moriconi in corner. Allora Liberti gioca la carta Giacomi (62’), che subito s’accende a un minuto dall’ingresso in campo. Buon lavoro sull’out destro e cross sul secondo palo dove Palombi praticamente appoggia di piatto il pallone a Zazzaro. Questa, l’unica vera sortita pericolosa dei biancoverdi. Su capovolgimento di fronte, dopo azione rocambolesca con Cerroni a far sedere Gavillucci e crossare, Corrado calcia a porta vuota ma trova Corvo sulla linea. 67’, ancora Colleferro. Stavolta Neri da fuori: Gavillucci s’accartoccia. Il resto della cronaca parla dell’amministrazione senza patemi dei locali e di una Semprevisa ormai senza speranze di rimonta.  Per quanto visto, giusto così.