Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Il Colleferro si riprende la vetta, ma guai ad adagiarsi

I rossoneri, battendo in trasferta la Nuova Itri sono nuovamente al primo posto. Rallenta ancora il Serpentara, mentre l'Albalonga vince e continua a sperare in una clamorosa rimonta



Iozzi nell'occasione del gol foto © Reflex CostantiniIl Colleferro si riprende la vetta e lo fa battendo in trasferta la Nuova Itri di Parisella nel big match della venticinquesima giornata. Decide la gara la botta da fuori di Giacomo Iozzi, che ha rotto gli equilibri consegnando i tre punti ai rossoneri, che hanno interpretato meglio l’incontro. E’ la vittoria di Fabrizio Paris, sei punti nei due scontri diretti contro i pontini e l’Albalonga e di tutto il gruppo che sta seguendo il suo lavoro. Ha vinto la squadra più forte, anche se resta da sottolineare la splendida stagione della matricola. Se sapranno mettersi subito alle spalle questo ko, Di Roberto e compagni hanno tutte le carte in regola per restare con il fiato sul collo della prima della classe fino al termine della stagione: il test del prossimo turno sarà subito probante, in casa di un Gaeta che vorrà riscattare la brutta figura di Pomezia. Per il Colleferro, invece, domenica prossima il difficile match contro un’altra bella realtà come il Nettuno, capace di imporsi senza troppe difficoltà sul Cassino, autentico flop di questa stagione 2014/2015. Un avversario da non prendere sottogamba se non si vuole buttare al vento quanto di buono fatto nelle ultime due giornate. Secondo pareggio consecutivo, invece, per il Serpentara, che non va oltre lo 0-0 in casa della Semprevisa di Scorsini, al terzo risultato utile consecutivo. La formazione di Lucidi ha rallentato dopo la cavalcata lunga nove giornate (dalla quattordicesima alla ventiduesima, ndr) che l’aveva riproposta come pretendente alla prima piazza. Alle spalle spinge l’Albalonga di Gagliarducci, vittoriosa per 2-1 con il Morolo e che pare aver digerito bene l’eliminazione dalla Coppa Italia per mano del Lanusei. Il club di Camerini deve continuare a vincere e sperare che davanti qualcuno rallenti, proprio come nella scorsa stagione: almeno in chiave secondo posto sognare è lecito.