Notizie

Il commento dopo la quarta giornata: la Lazio delude nel girone A. Bene la Roma nel B

La Vigor Perconti approfitta del pareggio dei biancocelesti in casa dell'Urbetevere e si prende la vetta. Frosinone, 1-1 con il Certosa e seconda piazza solitaria



Roma da sola in testa nel girone BLa quarta giornata di campionato ci regala dei bei cambiamenti, in entrambi i raggruppamenti. Si muove qualcosa sia in testa, dove una compagine sola si tiene la vetta, ed anche in coda, dove alcune compagini iniziano a guadagnare i primi punti della loro stagione.

Girone A. Il “big match” di giornata, quello di via della Pisana tra Urbetevere e Lazio, termina a reti inviolate. I padroni di casa hanno giocato meglio e convinto di più, mancando solo in fase realizzativa contro un Lazio non all’altezza delle sue altre prestazioni, ma che comunque si conferma miglior difesa del campionato. Secondo pareggio consecutivo sia per i gialloblu che per i biancoazzurri, ne approfitta la Vigor Perconti, nuova capolista a quota 10 punti, che in casa non sbaglia e supera come da pronostico il Massimina. Con un 2-0 all’inglese firmato da Lanzone, “man of the match” che entra dalla panchina e regala 3 punti fondamentali ai suoi, i blaugrana scappano in solitaria, imbattuti e col miglior attacco. La nuova seconda della classe è l’Ostia Mare di Mussoni, che vince con personalità 1-2 al “Catena”, grazie ai guizzi di Bucri e Bello, contro un Atletico 2000 reo di essersi svegliato troppo tardi ed al quale non basta la rete di Santi. Dietro, Lazio ed Urbetevere vengono raggiunte a quota 8 in classifica dalla Nuova Tor Tre Teste, la quale dopo due pareggi consecutivi ha ritrovato la vittoria superando 2-0 in casa la Romulea, che ha resistito per mezz’ora buona salvo poi crollare sotto i colpi di Ferri e Ferrarini. La vittoria più larga del Girone A è quella casalinga del Ladispoli, 5-1, che stampa la “manita” in faccia ai Vigili Urbani, capaci finora di fermare Tor Tre Teste ed Urbetevere. I ragazzi di Pasqualini hanno trionfato in un match senza storia grazie ai gol di Avolio, Vagnanelli, Veneziale, doppietta per lui, e Vendola, mentre per i Vigili va a segno Valieri. Infine Aurelio Fiamme Azzurre ed Unipomezia Virtus 1938, che recupereranno la partita che li vede contro il 5 Novembre, colgono i primi 3 punti della loro stagione vincendo entrambe in trasferta con lo stesso risultato, 1-2. Le reti di Lancellotti e Livieri lanciano l’Aurelio in quel di Montefiascone, dove i padroni di casa non sfigurano, anzi giocano bene sprecando molto ed andando a bersaglio col solo Medori; il Pomezia invece ringrazia Bordi ed un autorete della Totti Soccer School, a cui non basta Iazzetta per rientrare in partita.

Girone B. Nel secondo raggruppamento la Roma, campione in carica, si aggiudica lo scontro al vertice espugnando la “Borghesiana” rifilando due schiaffi alla Lodigiani. I giallorossi, raramente messi in difficoltà dagli avversari, si confermano vera corazzata e squadra da battere, conquistandosi con uno 0-2 all’inglese la vetta solitaria a punteggio pieno, grazie alle marcature di Barbarossa e del gioiellino Riccardi. Al secondo posto resta da solo il Frosinone, fermato 1-1 in casa dal Certosa, marcatori De Carolis per i ciociari e Demofonti per i neroverdi, con quest’ultimi che si confermano piacevole realtà del campionato e formazione che può dire la sua contro qualunque avversario. Appaiato a quota 9 punti, insieme alla Lodigiani, si trova il Savio, che dopo la sconfitta della prima giornata ha inanellato ben tre vittorie consecutive senza incassare gol. Ci pensano i soliti Belardi, doppietta, e Scorzoni ad archiviare con un netto 3-0 la pratica di giornata, l’Anziolavinio, che viene raggiunto in classifica dal Tor Sapienza, alla seconda vittoria, che si è imposto 1-2 nel recupero sul campo del Cinecittà Bettini, dove Agnese e Palmiotto hanno vanificato la rete di Minotti. Finalmente si sveglia il Futbolclub, che coglie il primo successo della sua annata tra le mura amiche del “FutbolCampus” al termine di una partita pirotecnica contro l’Aprilia, terminata 4-3: i gol di De Simone, Carmignani, doppietta, e Marcheggiani piegano i pontini, a cui non bastano gli affondi di Cavariani, Cillo e Lauri. In conclusione, il Calcio Sezze resta fanalino di coda incassando in casa un sonoro poker ad opera della Polisportiva Carso, marcatori Reali, Mancini, Guerrieri e Vincenzi, mentre il Tor di Quinto stenta a decollare e strappa un punto in quel di San Cesareo, dove nel definitivo 1-1 gonfiano le reti Zorli per gli ospiti e Pinci per i beniamini di casa.