Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Il comunicato dell'Audace Sanvito Empolitana sul post partita del derby con il Serpentara

Il club: "Auspichiamo che siano accertate le responsabilità e che vengano presi opportuni provvedimenti da parte delle Autorità Giudiziarie e delle Istituzioni sportive competenti"



Daniele SaccucciLa società ASD Audace Sanvito Empolitana in merito ai vergognosi eventi occorsi prima e dopo la gara di ritorno di Coppa Italia, disputata il 29 ottobre contro la squadra ASD Serpentara Bellegra Olevano presso l’impianto sportivo di Bellegra, intende fornire la propria versione dei fatti.

Durante i 90’ della gara di ritorno del 29 ottobre, svoltasi a Bellegra, la società ospite è stata fatta oggetto di sputi e ingiurie da parte dei sostenitori della squadra di casa. Al termine della partita Daniele Saccucci, il giocatore più giovane dell’ASD Audace Sanvito Empolitana, mentre raggiungeva il padre nell’antistadio utilizzato come parcheggio dalla squadra ospite, è stato vittima di una vile aggressione da parte di alcuni delinquenti della tifoseria locale che hanno compiuto i violenti atti mentre le forze dell’ordine presenti e la dirigenza locale rinunciavano all’intervento a difesa della vittima.

Da quanto risulta alla nostra società non sono ancora stati identificati i responsabili di tali aggressioni. Dalle numerose testimonianze che ci sono state trasmesse, inclusa quella di alcuni giornalisti presenti, i malfattori risultano invece facilmente identificabili.

Auspichiamo che siano accertate le responsabilità e che vengano presi opportuni provvedimenti da parte delle Autorità Giudiziarie e delle Istituzioni sportive competenti per fare in modo che i colpevoli dell’aggressione possano essere puniti e che non si verifichino più episodi di questo tipo. In tal senso chiediamo alla società ASD Serpentara Bellegra Olevano di rappresentare alle Autorità i fatti realmente accaduti – non frutto di artificiose e banali giustificazioni – e di indicare i nomi dei delinquenti che hanno sovvertito, con la loro aggressione, l’ordine pubblico in una sana manifestazione sportiva.

Infine, per quanto attiene il comunicato stampa diffuso dall’ASD Serpentara Bellegra Olevano nel quale la stessa società accusa i dirigenti dell’ASD Audace Sanvito Empolitana, si chiede di indicare esplicitamente coloro che avrebbero, a loro dire, “utilizzato la via dell’istigazione” tanto da determinare episodi di siffatta inaudita violenza e demenza come quelli che lo scorso mercoledì 29 ottobre hanno visto protagonisti i “signori” di Bellegra e hanno procurato una grave lesione dei principi di correttezza e lealtà che dovrebbero essere alle radici dell’educazione e del buon senso, ai quali si associa ogni pratica sportiva e di retto comportamento sociale.