Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Il Cynthia crea tanto, ma raccoglie poco: Selargius al settimo cielo con Chelo

La compagine di mister Zeman porta a casa i tre punti grazie alla rete del numero 9



8a Giornata - 26 ott 2014
0 - 1

MARCATORI Chelo 30’pt
CYNTHIA Scarsella 5.5, Bianchi 5.5 (1’st Panella 5.5), Carta 7, De Angelis 6.5 (36’st Le Rose 5.5), Cacciotti 5.5, Vignolo 5.5, Marchetti 5.5 (10’st Tabarini 6), Peressini 6, Damiani 5, Errico 6, Di Bartolomeo 5 PANCHINA Serpietri, Bispuri, Alessandroni, Alonzi, Martena, Senes iALLENATORE Rughetti
SELARGIUS Forzati 6, Usai 6, Capelli 6.5, Contu 6 (Aramu 6), Piselli 6.5, Patacchiola 5.5, Cardia 6 (18’st Suella 6), Mannoni 6, Chelo 7.5, Callai 6, Migoni 6 (30’st Sanna 6) PANCHINA Vacca, Danieli, Squicciarini, Succi ALLENATORE Zeman
ARBITRO Fontani di Siena, 6
ASSISTENTI Baldini di Pistoia, Gallorini di Prato
NOTE Ammoniti Suella, Chelo, Panella, Le Rose, Peressini Angoli 10-4 Rec. 1’pt – 5’st  

Un'immagine di gioco Il momento non è dei migliori, se poi ti abbandona anche la fortuna allora a è veramente finita. Vittoria rimandata per il Cynthia che tra le mura amiche è costretta a cedere l’intero bottino al Selargius che espugna il Comunale per 1-0. Una gara sfortunata per l’undici castellano che ha costruito tanto, ma ha raccolto poco. Tattica del contropiede che quest’oggi ha funzionato per il Selargius: Chelo è stato una spina costante nel fianco della difesa biancoblu e proprio su una ripartenza veloce ha trovato la rete decisiva che ha regalato i tre punti a mister Zeman. Pronti-via e l’approccio del Cynthia è veramente ottimo: la squadra vuole fare la partita, si riversa subito nella metà campo avversaria e va vicino al vantaggio dopo pochissimo con un bel tiro da fuori di Errico con la palla di poco alta sopra la traversa. Il possesso palla è ampiamente nelle mani dei ragazzi di Rughetti e al 12’ ancora Errico, su suggerimento di Bianchi, cerca prova il destro in area, ma la sfera termina alla sinistra di Forzati. Passano tre minuti ed è ancora il Cynthia a sfiorare il vantaggio. Questa volta ci prova Di Bartolomeo che dalla sinistra rientra sul piede buono e fa partire un tiro a botta sicura rimpallato proprio davanti alla porta del Selargius per la disperazione dei tifosi. I locali però sono un rullo compressore: al 17’ Marchetti da fuori, palla alta di poco. Al 26’ Carta da lontano conclude forte ma centrale. Insomma, la gara è nelle mani del Cynthia, ma incredibilmente alla mezz’ora il Selargius si porta in vantaggio. Veloce contropiede dei ragazzi di Zeman: Chelo entra in area dalla destra, la prima conclusione viene deviata molto bene da Scarsella ma sulla ribattuta si avventa ancora Chelo che a porta vuota non sbaglia: 0-1. Subìto il gol la reazione del Cynthia è immediata e per poco non trova il pareggio al 33’ con un goffo colpo di testa di Patacchiola che dopo un calcio d’angolo rischia l’autogol ma per sua fortuna la palla colpisce la traversa. La seconda frazione di gioco si apre con una clamorosa palla gol per il Selargius che con Cardia potrebbe raddoppiare: il numero sette a tu per tu con il portiere prova un cucchiaio che sorvola la traversa. Sarebbe stato il colpo del ko per i sardi. Passata la paura i castellani ci provano sempre con il loro giocatore migliore, ovvero Carta. Il terzino sinistro spedisce prima alto di poco su punizione e poi al 30’ compie un gesto tecnico semplicemente fantastico: calcio d’angolo di Peressini, la traiettoria cerca Carta che da fuori area colpisce al volo con un sinistro terrificante ma per sua sfortuna la palla colpisce l’incrocio dei pali. Sarebbe stato un gol da cineteca. Ormai i minuti scorrono inesorabili, i padroni di casa continuano a spingere, senza però la giusta lucidità e la difesa sarda riesce a sventare ogni minaccia fino al 95’, minuto in cui l’arbitro manderà tutti sotto la doccia.