Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Il Fiano Romano rallenta la capolista Tor Tre Teste

Tutto nel primo tempo: vantaggio ospite con Corradini, poi l'undici di Fabi ribalta con Montaldi e Milano, ma il rigore di Mirt regala il 2-2 finale



8a Giornata
2 - 2

MARCATORI Corradini 3’pt (F), Montaldi11’pt (T), Milano 36’pt (T), Mirt 38’pt rig. (F)

NUOVA TOR TRE TESTE Santesarti 6,Tiraferri 6, Gallo 6, Tamburlani 6, Mele 6,5, Federico 6, Faretra 6 (6’st Puca6), Milano 6,5 (34’st Lucia 6), Samb 5,5, Montaldi 6,5 (21’st Arcano 6), DeDominicis 6 (6’st Lorusso 6) PANCHINA Fernandeles,Di Martino, Vassalli ALLENATORE Fabi 

FIANO ROMANO Colageo 6, Brunetti 6,Nunziante 6, Ribaldi 6, Mirt 6,5, Thouverai 6, Potenza 6 (38’st Rulli sv.), Palaia5,5, Potenza sv. (16’pt Splendori 6), Corradini 6 (23’st Paielli 5,5), Cursi5,5 (18’st Di Girolamo 5,5) PANCHINA Zicaro,Genovesi, Marianelli ALLENATORE Scrocca 

ARBITRO Marchioni di Rieti, 5,5 

NOTE Espulso al 40’st Thouverai (F) per doppia ammonizione Ammoniti Potenza, Federico Angoli 3-1. Rec. 1’pt – 4’st

Fiano RomanoAllo Ielasi la Nuova Tor Tre Teste prima della classe ed il Fiano Romano pareggiano per 2-2, al termine di una bella partita, giocata da due squadre di qualità, sia per quanto riguarda i singoli, che per il collettivo. Gara a due facce, con un primo tempo equilibrato e ricco di gol, mentre nella ripresa non ci son state realizzazioni ma ha giocato meglio la formazione di Fabi, che però deve rimproverarsi la poco lucidità sottoporta, a fronte di un Fiano ordinato e cinico.  


Il Fiano Romano parte in quarta ed al 3’ è già in vantaggio grazie alla punizione che Corradini calcia dalla sinistra in maniera forte e tesa, con la palla che attraversa l’area e beffa Santesarti sul secondo palo. Galvanizzato dal gol, il Fiano si rende pericoloso subito dopo con l’iniziativa di Potenza, il quale si invola sulla trequarti chiudendo poi con un diagonale mancino a lato di unsoffio. La Tor Tre Teste accusa l’inizio a spron battuto degli ospiti, erischia ancora al 10’, quando Thouverai calcia un’insidiosa punizione dal limite, optando per una battuta sotto la barriera, non imprimendo però forza sufficiente ad impensierire Santesarti, il quale blocca in presa bassa. Se gli ospiti sprecano, i padroni di casa al primo vero affondo agguantano ilpareggio: sulla lunga punizione dalla destra di Federico la difesa avversaria allontana male ed al limite Montaldi si avventa sulla sfera incrociando benissimo di prima intenzione col sinistro, con la palla che si insacca sul secondo palo. Nella fase centrale del match il ritmo di gioco cala, le squadre si prendono le misure ed hanno difficoltà nel trovare i varchi giusti: ècomunque la Tor Tre Teste ad avere in mano il pallino del gioco, con gli ospiti che adottano la tattica del contropiede. Prime della mezz’ora si registra giusto il debole tentativo di Montaldi, poi al 34’ è capitan Federico a provarci con una punizione da buona posizione, ma Colageo non si fa sorprendere.Improvvisamente la gara si infiamma e nel giro di 2’ si assiste a due marcature: prima 36’ Milano porta in vantaggio l’undici di casa con un preciso fendente  destro al termine di un’azione corale, poi al 38’ il Fiano acciuffa il pari con il rigore che Potenza siprocura e Mirt trasforma nonostante il tocco di Santesarti. Nel finale di frazione Samb vicino al gol, ma poi i primi, divertenti, 45’ terminano in parità. 


Ripresa Il primo squillo è per i rosanero, con la punizione alta di poco di Mirt, mentre la compagine di Fabi risponde con lo stacco di testa di Samb su corner. Come nel primo tempo, nonostante le quattro reti, anche nel secondo il ritmo non è incessante, e per una ventina abbondante di minuti non si registra nulla, fino al 25’ circa, quando la capolista inizia a premere sull’acceleratore portandosi nella metà campo avversaria, ma Samb spreca un paio di ghiotte occasioni. Alla mezz’ora è Lorusso a calciare addosso a Colageo da due passi, in seguito al38’ Lucia e Lorusso colpiscono debole di testa in area. Nel finale il Fiano resta in 10 per l’espulsione di Thouverai ma resiste sino al triplice fischio,uscendo illeso dalla tana della capoclassifica.