Notizie
Categorie: Nazionali - Under 15

Il Frosinone ringrazia la Lazio: agganciata la vetta

Carinci e i suoi vincono in dieci contro l'Ascoli e raggiungono i giallorossi stoppati sull'1-1 dall'undici di Ruggeri. Sorride anche il Latina



Decima giornata piuttosto movimentata per i Giovanissimi Nazionali. La Roma rallenta nel derby contro la Lazio con il Frosinone che ne approfitta per agganciare la vetta. Buon pari per la Lupa Roma mentre la Lupa Castelli Romani cade a Teramo.

Il Frosinone aggancia la Roma in vetta ©GazzettaRegionaleChi sale La miglior prova della settimana è sicuramente quella del Frosinone. I canarini, nonostante fossero rimasti in dieci dopo appena dieci minuti, sono riusciti a centrare ugualmente la vittoria. 2-0 sull'Ascoli arrivato ancora una volta attraverso il gioco. Ciò che colpisce dell'undici di Carinci è infatti la capacità di fraseggio del centrocampo. De Florio e Ortenzi rimangono così due perni imprenscindibili per i ciociari a cui stavolta si è aggiunto anche Davide Antonellis bravo a disimpegnarsi sia da esterno che come intermedio. Successo impreziosito poi dal pareggio nel derby che, di fatto, permette al Frosinone di agganciare la Roma in vetta, proprio prima dello scontro diretto con i giallorossi. Stracittadina che ha poi rilanciato la Lazio. I biancocelesti hanno dato ottima prova contro i ragazzi di D'Andrea. Ruggeri ha preparato la gara alla perfezione, aiutato poi dalla prestazione più che positiva di alcuni elementi. Siclari e Petricca hanno tenuto bene sugli esterni così come Armini e Mengoni autori di una gara praticamente perfetta. Davanti ancora a segno Adusa che, da quando è sceso in campo, non ha mai smesso di segnare. Positivo anche il fine settimana di Latina e Lupa Roma. I nerazzurri di Vita vincono di misura contro la Ternana centrando il successo grazie ad un gol di Mizzoni, tre punti e morale per una formazione che così potrà lavorare con la giusta serenità durante la prossima pausa. La Lupa Roma non centra il successo ma sicuramente il punto ottenuto contro il Pescara può essere accolto con ottimismo dai ragazzi di Monaco.

Chi scende Weekend da dimenticare è quello della Lupa Castelli Romani. L'undici di Di Julio cade in casa del Teramo per 2-0 a dimostrazione di come la squadra debba ancora crescere dal punto di vista mentale. Un chiaro passo indietro quindi per una formazione che, negli ultimi tempi, ha comunque dato vita a delle ottime prove sotto il punto di vista del gioco. Dopo l'incredibile avvio di stagione rallenta anche la Roma. Il pareggio in una partita delicata come il derby ci può stare ma, a non convincere, è la prestazione a cui i ragazzi di D'Andrea hanno dato vita per buona parte del secondo tempo. Squadra timida e contratta quando era lecito attendersi una reazione completamente diversa, soprattutto alla luce della rete realizzata proprio un attimo prima della fine del primo tempo.

Federico Cirillo, miracoloso nel derby ©DeCesarisProtagonisti Questa volta tra i top player della settimana c'è un tris visto all'opera nel derby: i biancocelesti Putti e Cirilo, e il romanista Cangiano. Il primo è stato sicuramente uno dei migliori nella stracittadina. Partito trequartista, è cresciuto con il passare dei minuti tanto da sfiorare il gol a più riprese tenendo costantemente in apprensione la retroguardia giallorossa. Eroe di giornata è pero il portiere Cirillo che, nel finale, ha saputo blindare il risultato con un paio di interventi da applausi. Due miracoli veri a conferma delle qualità di uno dei migliori portieri di categoria. Nella Roma, oltre al solito Bamba, convince anche Cangiano. Il genietto giallorosso, oltre ad uno splendido gol, ho offerta tanti spunti interessanti. Dribbling e velocità palla al piede ne fanno sicuramente una delle ali più velenose del girone, e non solo.