Notizie

Il Girone A saluta il 2015 tra sorprese, conferme e riscatti

Nell’ultimo appuntamento dell’anno la capolista cade contro pronostico. Continua a volare il Ladispoli, Savio e Ostiamare si rialzano



Eppure lo avevamo detto alla vigilia di questo weekend che i pericoli per il vertice della classifica sarebbero potuti essere dietro l’angolo. Che non ce lo aspettavamo è un altro conto, perché di solito quando si vanno ad affrontare capolista e terzultima della graduatoria è normale che l’ago della bilancia penda più a favore della prima. Soprattutto se quella capolista, ovvero l’Urbetevere, è reduce da un trionfo nello scontro diretto con la rivale di sempre. Così tutta quella dimostrazione di forza, tutta quell’euforia e un morale a mille, hanno lasciato spazio, in 80 minuti, al cuore e al carattere dello Sporting Città di Fiumicino, capace di rimontare lo svantaggio iniziale. Per la prima volta da inizio stagione e nella partita sulla carta più difficile, i ragazzi di Neri sono riusciti a trasformare il Cetorelli in un teatro di gloria. Sì, perché prima di questo match, in quattro gare casalinghe, gli aeroportuali avevano conquistato sul proprio campo appena un punto. È una brusca battuta d’arresto per i gialloblù di Lillo, che arrivano alla pausa natalizia sempre da primi in classifica, ma con un vantaggio sul secondo posto ridotto ad una sola lunghezza. Un secondo posto che continua ad appartenere ad un fantastico Ladispoli. Il Ladispoli continua a volare e sale a -1 dall'Urbetevere (foto d'archivio)Ormai la squadra di Marinelli non può rappresentare più una sorpresa, ma una piacevole certezza che la vede combattere nei piani alti della classifica alla pari delle solite del calcio giovanile laziale. L’inizio dell’anno nuovo offrirà ai rossoblù una grande chance di confermare tutto ciò: Savio, Urbetevere e Ostiamare, tre big match da urlo per arrivare al giro di boa e avere più chiare le potenzialità di questa squadra. Anche l’Accademia Calcio Roma si è dovuta piegare sotto i colpi dei tirrenici, uscendo ridimensionata da un filotto di gare di livello che l’ha vista pareggiare una volta e perdere tre negli ultimi quattro turni. Chi si rialza, invece, sono Savio e Tor di Quinto, che dopo aver subìto il primo ko stagionale si rimettono in sesto sconfiggendo rispettivamente Ostiamare e Aurelio. Ai ragazzi di Mosciatti basta il minimo indispensabile per superare i biancoviola di Cesaroni, mentre la squadra di Pezzali, trascinata dai soliti senatori, rifila un tris ai ragazzi di Girini. Il Rieti compie un’altra piccola grande impresa, conquistando il terzo successo consecutivo in un match pirotecnico contro il Civitavecchia. Gli amarantocelesti allontanano ulteriormente le zone pericolose della classifica e scavalcano il Vigili Urbani, che torna alla sconfitta dopo oltre un mese. A mandare al tappetto la squadra di Bellatreccia ci ha pensato il San Paolo Ostiense, alla prima vittoria e ai primissimi punti conquistati dopo dieci giornate. Nell’altro incontro di giornata il Fiano Romano trionfa con un poker sulla Viterbese di mister Mele. Per i ragazzi di Gratti si tratta di un prezioso ritorno al successo dopo ben cinque sconfitte di fila.