Notizie
Categorie: Dilettanti - Promozione

Il Guidonia ieri ha presentato la prima squadra alla stampa e agli addetti ai lavori

Il presidente Bernardini: "Festeggiamo quest’anno i 60 anni di storia, possiamo dire con orgoglio di essere una società solida"



Il presidente BernardiniPresentata mercoledì sera, presso il Bar Lanciani di Guidonia, la prima squadra dell’Acd Guidonia Montecelio, impegnata nel campionato di Promozione 2014/2015. La società del presidente Giuseppe Bernardini festeggia quest’anno i 60 anni di storia, registra l’ingresso in società di un nuovo socio che prende la carica di vicepresidente: Ettore Di Mambro. A completare il direttivo Ascenzio Bernardini (responsabile del Settore Agonistico), Mario Bernardini (responsabile ScuolaCalcio), Marcello Caselli (responsabile Prima Squadra), Massimo Bernardini (responsabile pubblicità ed altro nuovo ingresso), Enzo Iezzi e Livio Abbatelli nel ruolo di stretti consiglieri. 

Apertura di serata del presidente Bernardini: “Festeggiamo quest’anno i 60 anni di storia, possiamo dire con orgoglio di essere una società solida. Certo, abbiamo attraversato stagioni difficili negli ultimi anni, ma sono alle spalle. Vincere nel calcio è bello, ma per come intendiamo noi lo sport non è l’unico obiettivo. Dalla Scuola Calcio alla prima squadra contiamo di poter permettere di fare calcio a 400 iscritti. Per quanto riguarda la squadra che sta affrontando il campionato di Promozione crediamo di poter dire di avere una rosa in grado di vincere il campionato. Nelle prime due giornate ho visto una bella coesione da parte di tutti, anche chi è andato in panchina ha incitato i compagni in campo e questo vuol dire che è stato svolto un ottimo lavoro per la coesione dello spogliatoio. Invitiamo tutte le famiglie a venire allo stadio a vedere il Guidonia perché l’ingresso è gratuito”. Orario delle gare casalinghe confermato alle 11 della domenica. 

Presentato Ettore Di Mambro, nuovo ingresso in società: “Sono contento di essere entrato a far parte di questa famiglia – dichiara il vice presidente -. Il cammino è lungo e difficile. In questo primo periodo ho aiutato la società nella costruzione della squadra. Abbiamo accontentato l’allenatore, ora dobbiamo pensare di fare bene una partita alla volta. La rinascita è stata avviata e comprende tutti i settori della società”. Salto in prima squadra con mansioni di responsabile da parte di Marcello Caselli, uomo di sport a 360 gradi e pronto a svolgere il ruolo di raccordo tra la squadra e la proprietà. 

Il sindaco De RubeisPer il Settore Agonistico tutto in mano ad Ascenzio Bernardini: “L’anno scorso ho svolto il ruolo di responsabile nella prima squadra e nella Juniores, quest’anno sono al settore giovanile perché credo sia opportuno rivalorizzare questo settore che è il fulcro di una squadra di calcio. Alla squadra della Promozione dico di crederci sempre perché ritengo sia un ottimo gruppo. Del nuovo mister Mariani apprezzo la semplicità, è importante avere un tecnico con il quale confrontarsi. Vincere è difficile, per farlo occorre l’unione di tutte le parti della società”. Il sindaco di Guidonia Montecelio Eligio Rubeis ha lanciato un messaggio alla squadra: “Vincete il campionato per questa città che merita di primeggiare anche nel calcio. L’anno scorso siete arrivati in finale nella Coppa Italia di Promozione (coppa del secondo posto proprio sul palco dei relatori vicina al primo cittadino, ndr), ho visto che in estate la società si è mossa molto bene sul mercato. Date il massimo in campo, dico forza Guidonia. Sono il primo cittadino da cinque anni, ci siamo fatti conoscere per le tante opere realizzate. E’ giunta l’ora di farci conoscere anche per altri motivi e lo sport sicuramente è un modo sano di far puntare i riflettori su una città. Ringrazio la presidenza dei Bernardini che da sempre permette agli iscritti di fare sport. Anzi, rivolgo un appello alle famiglie: portate i vostri bambini ai centri sportivi, non lasciateli a casa davanti al computer. Come amministrazione ci siamo impegnati a realizzare grandi strutture, per quanto riguarda il Comunale cercheremo di rifare il manto sintetico visto che l’omologazione è scaduta”. 

Il sindaco si è poi fermato a parlare con i singoli giocatori, da vero motivatore e ha chiesto per esempio all’attaccante Stefano Fiorelli di realizzare 23 reti in campionato. Sono intervenuti anche il consigliere comunale Aldo Cerroni e l’assessore al Personale Anna Angelini, entrambi appassionati di calcio. 

“Non è facile fare calcio a Guidonia Montecelio, ogni quartiere ha la sua squadra. Cercherò di far incontrare tutti i presidenti per crearne una sola, forte, in grado di arrivare nelle categorie più alte”, il messaggio del sindaco Rubeis. “E’ il mio sogno e sono pronto a farmi da parte, non sono uno che deve fare il presidente a tutti i costi”, la risposta di Giuseppe Bernardini. 

Bene, il momento della presentazione della squadra. “Puntiamo in alto, per il primo posto è dura perché sono molte le squadre attrezzate – l’intervento dell’allenatore Mariani-. Abbiamo creato un ottimo staff tecnico e abbiamo lavorato bene in estate. Il nostro è un gioco lineare, in rosa ci sono molti elementi esperti. E’ importante partire bene e fare molti punti in queste prime giornate”. Il nuovo direttore sportivo è Luigi Trombetta, affiancato dal collaboratore Gianni Palma. Proprio nell’ultimo giorno utile per i tesseramenti è arrivata la firma di Giacomo Di Bagno, prelevato dal Palestrina, centrocampista classe 1995, un giocatore giovane e dalle grandi prospettive. 

In porta l’esperienza di Ruggini (un passato con la Lodigiani in Serie C1, suo compagno di squadra un certo Luca Toni, ndr), in difesa ecco il capitano 34enne Chianelli ed i centrali Michele Deodati e Leonardo Bernardini, a centrocampo qualità e quantità per Fabrizio Bartoli, Alessandro Deodati e Paolo Roberto Pieri, è l’attacco il punto di forza con il tridente composto da Giorgio Ricci, Stefano Fiorelli e FlavioTrombetta (quest’ultimo prelevato dalla Vis Subiaco dopo aver vinto il titolo di capocannoniere nella scorsa annata con 25 gol). 

Anche tanti giovani provenienti dal vivaio come Daniele Coccia (difensore classe ’95 già al terzo anno in prima squadra), Davide Cordiali (centrocampista classe ’95 dotato di grande tecnica), Valerio Galluzzi (attaccante classe ’96 già in gol due volte lo scorso torneo), Jacopo Palermitano (centrocampista classe ’94 che alterna corsa a lanci di precisione), Simone Frezzotti (esterno classe ’95, tra i più veloci del gruppo), David De Paolis (portiere classe ’96, pronto a seguire i suggerimenti dell’esperto Ruggini). A questi si aggiungono Valerio Marcelli (arrivato a gennaio), l’attaccante Paolo Barone, i centrocampisti Giulio D’Andrea e Filippo Leone, l’attaccante Marco Di Mambro. E’ già un veterano Alessandro Peri, centrocampista classe ’94, al quarto anno consecutivo a Guidonia. 

Nello staff tecnico prima esperienza terminata la carriera calcistica per il preparatore dei portieri Carlo Fasoli, il massaggiatore è Mauro De Rossi, nel ruolo del medico il ritorno del dottor Sandro Lucci, dirigenti accompagnatori Nello Moccia e Francesco Guerriero. Presente alla conferenza una rappresentanza degli Ultras Guidonia 1937 che domenica, nella gara casalinga vinta 1-0 contro la Vigor Perconti, hanno alzato il coro “Liberate i Marò”. Dopo le prime due giornate di campionato il Guidonia ha quattro punti in classifica (una vittoria e un pareggio), domenica trasferta in casa del La Sabina, a seguire due gare casalinghe contro il La Rustica e l’Aces Casal Barriera. L’avventura in Coppa Italia partirà ad ottobre con i 32esimi di finale, avversario ancora da sorteggiare.