Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

Il Maccabi torna alla carica: Vega sconfitto 11-3

Il tecnico Guantario: “Con il Velletri abbiamo pagato l'assenza di cambi, dal momento che siamo una squadra con un bacino ridotto”



Antonio GuantarioLa Juniores del Maccabi trova il pronto riscatto e, dopo il ko di Velletri, supera con un secco 11-3 il Vega nel match di ieri. Una vittoria importante perché arrivata con una formazione ancora in emergenza per alcune assenze importanti, come quella di Naim, che in settimana verrà operato al menisco esterno, e Della Seta. E' il tecnico e supervisore del settore giovanile Antonio Guantario, veterano dei campi di calcio a 5 ma alla prima esperienza alla guida di una formazione giovanile, a fare il punto della situazione: “Quella contro il Vega è stata una gara dai due volti. Abbiamo disputato un primo tempo mediocre, che abbiamo chiuso sul 2-1, mentre la ripresa, dopo una strigliata negli spogliatoi, è andata via nel migliore dei modi”. Un successo che riscatta immediatamente lo stop di Velletri, sul quale il tecnico vuole tornare: “Innanzitutto – spiega Guantario – voglio fare i complimenti al Velletri, che si è dimostrata un'ottima squadra e che sarà protagonista di un campionato di primissimo piano, però vorrei anche sottolineare le difficoltà che abbiamo dovuto affrontare. Per diversi problemi legati ai miei giocatori, siamo andati al campo con solo 6 ragazzi a disposizione, ciononostante al 20' del primo tempo eravamo in vantaggio 3-0. La mancanza di cambi, con un ulteriore giocatore che ha avuto problemi nel corso del match, ha segnato poi il nostro calo e la nostra sconfitta. Speriamo di potercela giocare alla pari nel match di ritorno”. Una squadra particolare quella del Maccabi “Composta da soli giocatori della comunità ebraica di Roma e quindi con un bacino di utenza davvero ridotto rispetto alle altre realtà”.