Notizie

Il miracolo di Bolsena rivive nella celebrazione annuale del Corpus Domini

Appuntamento irrinunciabile presso la cittadina in riva al lago, il prossimo fine settimana: concerti, infiorate e cortei ricordando il miracolo all’origine della festa.



Un dettaglio dell'Infiorata di BolsenaAnche a Bolsena, come in tutto il mondo cristiano, questo fine settimana si celebrerà la Festa del Corpus Domini, seguendo un rituale comune a molte feste eucaristiche del centro italia, dove il corteo eucaristico viene fatto passare sotto un artistico tappeto di fiori, conosciuto appunto come “infiorate”.

Origini di una Festa. L’evento religioso che in questo weekend andrà a celebrarsi a Bolsena è al l’origine stessa della Festa del Corpus Domini, in quanto ricorda il miracolo dell’Eucaristia, avvenuto appunto nella cittadina tusciana. Secondo la tradizione, nell'estate del 1263 un sacerdote boemo di nome Pietro da Praga iniziò ad essere assalito dai dubbi circa la veridicità della presenza eucaristica nel pane e nel vino consacrato, facendosi così pellegrino a Roma, dove trovò sollievo spirituale. Giunto in sosta a Bolsena, tornarono i dubbi, ciò nonostante il giorno dopo celebrò messa presso la chiesa di Santa Cristina, nel corso della quale l’ostia cominciò a sanguinare: il sacerdote, esterrefatto, ravvolse il corporale e nascose la cosa, ma delle gocce di sangue macchiarono i gradini dell’altare. Papa Urbano IV inviò il Vescovo di Orvieto ad indagare e come risultato si ebbe il riconoscimento del prodigio, il trasferimento del corporale ad Orvieto dove venne edificato il maestoso duomo, mentre a Bolsena rimasero le pietre intrise di sangue, custodite nell’attuale, grandiosa cappella edificata sul finire del seicento, intermedia alla basilica di Santa Cristina ed alla cappella ipogea, dove è ancora conservato pure l’altare del miracolo. In seguito a questo avvenimento, a Roma venne stabilita, a partire dal 1264, la Festa del Corpus Domini per ricordare il fatto annualmente, in tutto il mondo cristiano. Parallelamente, la festa del Corpus Domini bolsenese acquisì, nel corso dei secoli, l’usanza di decorare con petali di fiori le vie del centro storico, lungo un percorso di circa tre chilometri, per mezzo di disegni geometrici, simboli e scene di carattere sacro. La raccolta dei fiori avviene alle prime luci dell’alba dei giorni precedenti la festa, per conservarne le qualità, mentre la preparazione dei disegni e la costruzione delle infiorate vere e proprie avviene tra il sabato e la domenica della festa, arrivando a terminare pochi minuti prima dell’inizio del corteo.

Il programma. La festa del Corpus Domini 2015 ha preso ufficialmente il via l’1 giugno alle ore 21,15 presso il Teatro San Francesco, con il concerto Centro Musicale Bolsena, mentre prosegue oggi alle 18,00 con la sfilata rionale degli infioratori ed alle 19,00 con la messa degli infioratori presso la basilica di Santa Cristina. Domani, 5 giugno, alle 21,15 sarà la volta della sfilata dei cortei storici di Bolsena, Latera e Montalto di Castro, accompagnati dalle Cornamuse del Drago e dagli sbandieratori di Bolsena, che attraverseranno scenograficamente il centro storico della città. Sabato 6 giugno, il clou della festa: alle 22,00 “La notte dei Fiori”, press la Piazza dell’orologio, ove verrà si terrà il concerto del Trio Tresca che canterà  De André, mentre verrà realizzato uno dei quadri. Anche in Piazza San Rocco realizzazione quadro e concerto degli Swing Fluence. Idem per la Zona “Sotto Sante”, dove avverrà la realizzazione del quadro ed il concerto del Duo Artesiana con violino e chitarra, così come in Piazza Matteotti, dove il gruppo “Via del Fiore” esporrà e realizzerà  il pugnalone di Aquapendente. Saranno in concerto invece gli “Ohpperbaccoilblues”, mentre a Corso della Repubblica ci sarà il concerto Laura Lucchi ed in Via Porta Romana (Bar Big Bang) sarà in concerto Watt 69. E finalmente, domenica 7 giugno a partire dalle ore 8,00 realizzazione delle infiorate sulle quali, dopo la messa celebrata alle ore 17:00, transiterà la tradizionale processione eucaristica.