Notizie

Il piano di Roma Capitale per l'emergenza freddo

Filo diretto con la sala operativa al numero verde 800440022. Saranno distribuite coperte e bevande calde



Image titlePartito il piano di Roma Capitale per l’emergenza freddo. E' in funzione la sala operativa e il numero verde 800440022 al quale rivolgersi per l’accoglienza. Le localizzazioni dei centri per l’accoglienza sono state scelte  eliminando tutti i siti in qualche modo coinvolti nell’inchiesta della Procura sulle infiltrazioni mafiose.  I posti garantiti ai senza casa sono complessivamente 260. Di questi 24 sono aperti nell’intera giornata per dare assistenza alle persone più in difficoltà, 167 restano aperti per 15 ore e altri 119 sono aperti per 4 ore, per garantire a chi ne ha bisogno i servizi igienici, le docce e la possibilità di un te caldo e di una colazione. Questa la disponibilità immediata, ma Roma Capitale conta già nei prossimi giorni di aumentare il numero di posti in maniera significativa.    “Roma ha a cuore la protezione e la cura dei più deboli. Dopo aver attivato il piano freddo, ho chiesto agli assessori di monitorare la situazione in città e rafforzare l’assistenza alle persone senza fissa dimora. Ringrazio per questo l’assessore alle Politiche Sociali Francesca Danese, l’assessore ai Lavori Pubblici, con delega alla Protezione Civile, Maurizio Pucci e l’assessore alla Mobilità Guido Improta”. Così il sindaco di Roma Ignazio Marino, che aggiunge: “Abbiamo disposto l’apertura di tre fermate della metropolitana, Piramide, Vittorio Emanuele e Flaminio. I volontari della Protezione Civile e della Croce Rossa distribuiranno coperte e bevande calde, in modo che non si tratti di un ricovero di fortuna ma della possibilità di dare a queste persone una assistenza a tutti gli effetti”.   “Queste informazioni – spiega l’assessore Francesca Danese – saranno veicolate attraverso la sala operativa sociale di Roma Capitale che può essere raggiunta al numero 800440022. Io stessa effettuerò dei sopralluoghi per verificare le condizioni dell’assistenza e lo stato di salute delle persone che ne beneficeranno. Stiamo lavorando per una città dell’accoglienza, non dell’emergenza; una città che sappia far fronte al disagio e alla fragilità sociale con chiarezza e senza opacità."Inoltre, ha aggiunto l'Assessore, "faremo inoltre in modo che siano disponibili altri 30 posti letto in una struttura che ci è stata messa a disposizione da Farmacap e che stiamo allestendo con l’aiuto della Protezione Civile”.