Notizie

Il Prefetto Franco Gabrielli in visita ufficiale al Comune di Ciampino

Dalla sicurezza pubblica, passando per l’inquinamento acustico e l’integrazione sociale, numerosi ed importanti gli argomenti oggetto di discussione.



Image titleIl Prefetto di Roma, S.E. Franco Gabrielli, questa mattina ha tenuto una visita ufficiale presso il Comune di Ciampino. All'incontro, cui ha partecipato il Sindaco Giovanni Terzulli, il Presidente del Consiglio comunale Marcello Muzi, il Vice Sindaco Carlo Verini ed il Segretario comunale Dott. Fabrizio Rita, erano presenti i vertici delle Forze di Polizia che hanno giurisdizione sul territorio di Ciampino (Polizia di Stato, Carabinieri, Guardia di Finanza, Polizia Locale). Il Prefetto si è subito complimentato con l'Amministrazione comunale di Ciampino per la lungimirante politica di accoglienza a favore degli immigrati, quale positivo laboratorio di integrazione e solidarietà, auspicando che quello di Ciampino possa essere preso come modello per una vera e propria governance dell'emergenza profughi richiedenti asilo politico. Image titleHa inoltre espresso vivo apprezzamento per il modello di cooperazione finora messo in atto dalle forze dell'ordine al fine di garantire alla cittadinanza un adeguato standard di sicurezza. In tema di emergenza rom, dopo essersi recato questa mattina presso il campo nomadi 'La Barbuta' su invito del Sindaco Terzulli per valutare insieme e di persona lo stato in cui versa, anche alla luce dei continui incendi che mettono a rischio la sicurezza aerea e stradale, oltre a comportare danni all'ambiente e alla salute delle persone, il Prefetto si è impegnato ad adottare le misure necessarie affinchè dal campo nomadi vengano quanto prima rimossi tutti i rifiuti accumulatisi nel tempo, bonificando il territorio e ripristinando un presidio fisso di vigilanza. Infine, si è dibattuto sul problema legato all'aumento dei voli e al derivante inquinamento acustico ed ambientale provocato sul territorio. Il Sindaco Terzulli, nel ribadire la volontà di tutelare la salute pubblica, ha tenuto a precisare che quella di Ciampino non è una crociata contro l'Aeroporto 'G.B.Pastine', ma vuole essere una battaglia tesa a ristabilire il giusto equilibrio tra le esigenze aeroportuali e la salute dei cittadini.