Notizie
Categorie: Giovanili

Il Racing Club pronto alla Podgora Cup

Archiviato il Frankie Garage, gli Esordienti gialloverdi vogliono fare bene anche nella manifestazione pontina



Gli Esordienti gialloverdiI numeri non ammettono repliche. Il Racing Club è una delle principali protagoniste della fase post campionato. Dopo aver archiviato con una piazza d’onore e due terzi posti la prima edizione del Frankie Garage, le formazioni ardeatine pensano in grande anche alla Podgora Cup. “Confidiamo di proseguire la striscia vincente cominciata due stagioni fa nella manifestazione giovanile pontina - sottolinea Antonio Pezone, presidente del Racing Club - . Siamo in piena corsa su tre fronti. Gli Allievi hanno conquistato il pass per la finalissima, mentre i Giovanissimi e gli Esordienti sono in semifinale. Tale exploit, alla resa dei conti, è la conferma che stiamo proseguendo a ritmi elevatissimi il nostro processo di crescita. Adesso che il Torneo è entrato nella fase decisiva, l’imperativo è quello di moltiplicare ulteriormente gli sforzi per provare a chiudere con il classico botto una stagione che ci ha regalato molte soddisfazioni”. La squadra che, al momento, si trova a un passo dalla vittoria è quella degli Allievi, che mercoledì sfiderà nell’atto conclusivo i padroni di casa del Borgo Podgora. “Stiamo disputando un ottimo Torneo - aggiunge mister Massimo Cipriani - . Abbiamo sempre vinto e anche convinto. Dopo aver chiuso a punteggio pieno la fase a gironi, grazie ai netti successi conseguiti con il Nuovo Latina Isonzo, il SS Pietro e Paolo e il San Michele Faiti, abbiamo sbrigato in semifinale, con un punteggio tennistico, la pratica Pontinia. Adesso troveremo sul nostro cammino proprio i padroni di casa. Rispettiamo il Borgo Podgora, compagine piuttosto quadrata e solida in ogni zona del campo, ma non abbiamo alcuna intenzione di fermarci proprio sul più bello. Mi aspetto dai ragazzi una prova collettiva maiuscola. Sarebbe fantastico terminare la stagione con una vittoria di un Torneo piuttosto rinomato come la Podgora Cup”. I Giovanissimi 2000, campioni regionali e finalisti del Torneo Frankie Garage, invece, sfideranno in semifinale il S.S. Pietro e Paolo. “Abbiamo archiviato la prima fase come terza forza del girone - sottolinea mister Sandro Tovalieri - . A pesare come un macigno è stata la sconfitta che abbiamo incassato a tavolino nella quarta e decisiva sfida con il Dilettanti Falasche. Non ci siamo presentati in campo poiché abbiamo disputato, nello stesso preciso momento, la semifinale del Frankie Garage con la Lodigiani. Tale passo falso, però, non ha intaccato minimamente il nostro cammino. Siamo ugualmente in semifinale. Anche se abbiamo profuso molte energie nel corso degli ultimi mesi, cercheremo di onorare al meglio l’impegno per iscrivere ancora una volta il nostro nome nell’Albo d’Oro della Podgora Cup”. Gli Esordienti di mister Corrado Del Grosso, infine, non hanno perso l’occasione per dimostrare tutto il proprio valore e, al momento, sono in attesa di conoscere quale squadra sfideranno in semifinale. I piccoli cobretti, a riprova di un’ottima organizzazione di gioco, hanno calato un poker di vittorie nel girone preliminare. I gialloneroverdi hanno battuto in rapida successione il Borgo Podgora, i Ponti Lepini, la Città di Sonnino e hanno vinto a tavolino la sfida con la Vis Velletri in quanto la squadra castellana si è ritirata dal Torneo. “Siamo molto carichi sotto il profilo emotivo e stiamo attraversando un buon momento di forma - precisa l’allenatore ardeatino - . Il campionato disputato sotto età ci fa fatto proprio bene. La squadra è cresciuta moltissimo sotto il profilo tecnico-tattico. Oltre a raggiungere la semifinale della Podgora Cup, parteciperemo in questo fine settimana alla fase finale del Torneo Tricolore Roma Est. Affronteremo in rapida successione la Virtus Lanciano, la Juventus e il Napoli. Sono tre sfide suggestive, ma che logicamente ci costringono a un autentico tour de force. Adesso che siamo in ballo non possiamo assolutamente tirarci indietro, dobbiamo provare a ballare il più a lungo possibile. Abbiamo il dovere di continuare a fare bella figura sia a Ponte di Nona che a Borgo Podgora”.