Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

Il Real Balduina vince ancora, mercoledì il clou con il Nazareth

La formazione di Piattoli si impone per 4-1. Il tecnico: "Domani sarà una gara molto difficile, la prima di una serie di scontri diretti"



Mister Luca PiattoliUn’altra vittoria importante per il Real Balduina contro il Santa Gemma per 4-1 dopo quella ottenuta in casa della Briciola. E il dato più importante è di certo la reazione ottenuta dalla squadra di Piattoli dopo il momentaneo svantaggio per 1-0 per la sfortunata autorete di Elisa Pea. Poi la reazione, come dicevamo, dettata da Picchio che, da capitano di razza, smuoveva le sue segnando la rete del pareggio. A questo punto il Real non si faceva più attendere e con Carolina Orsi (doppietta) e Giulia Quintini ribaltava definitivamente il risultato sul 4-1 per la squadra di Roma Nord.

Una vittoria fondamentale che ora vede il Real Balduina a quota 17 punti, appena sette in meno rispetto alla Coppa d’Oro prima in solitaria. Da mercoledì però la squadra di mister Piattoli avrà davanti alla sua strada un vero e proprio tour de force: a partire dalla trasferta in casa del Nazareth (mercoledì sera appunto), alla gara casalinga con il New Team Tivoli (sabato 21) alle partite nell’ordine con il Real Rieti, la Coppa d’Oro, la Time Sport per chiudere il girone d’andata con il Formia. Cinque gare che diranno chi è davvero il Real e dove può arrivare quest’anno. Il mister del Balduina Luca Piattoli ha analizzato così le prossime gare:

“La partita di sabato è stata più difficile del previsto e certamente l’abbiamo presa sotto gamba. Abbiamo giocato male il primo tempo, e infatti siamo andati in svantaggio, e molto meglio nella ripresa. E’ stato certamente un approccio sbagliato dal punto di vista mentale e della concentrazione e su questo c’è ancora da lavorare perché dobbiamo riuscire a fare molto di più. Anche perché ho sempre pensato che la presunzione nello sport non porti a nulla di buono e non è accettabile. Alla fine, comunque, abbiamo vinto e questi tre punti ci hanno avvicinato alle prime posizioni. Con il Nazareth sarà una gara molto difficile, la prima di una serie di scontri diretti. L’obiettivo è sempre quello di fare del nostro meglio, senza paure né preoccupazioni. Il campo, poi, sarà il giudice supremo”.