Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Il Real Podgora cade contro il Città di Cisterna

Nel recupero di campionato, la formazione di mister Paccassoni cede 4-3 in un match molto difficile



CITTA' DI CISTERNA – REAL PODGORA 4-3 (2-1 pt)

MARCATORI 5'pt Ponso, 10'pt Criscuolo, 29'pt Capogrossi, 9'st Anyadike, 12'st Rango, 18'st Piacenti, 23'st Di Fabio (aut.)

CITTA' DI CISTERNA London, Piacenti, Di Fabio, Criscuolo, Rosati, Serri, Nonne, Ponso, Anyadike, Ghelfo ALLENATORE Giocondi

REAL PODGORA Ciarla, Paolucci, Altobello, D'Uva, Pinna, Capogrossi, Montalto, Rango, Cesari, Rizzato, Barbierato, Compagni ALLENATORE Paccassoni

ARBITRO Martino di Aprilia

NOTE Ammoniti Nonne, Barbierato, Rizzato, Criscuolo


Image titleDalle stelle alle stalle il campionato di C2 dimostra ancora una volta quanto ogni partita sia un duro ostacolo da superare. In soli sette giorni infatti il Real Podgora cancella l'ottimo cammino con un pari e una sconfitta ottenuta venerdì nel recupero con il Città di Cisterna. Un 4-3 che brucia, una sconfitta arrivata al termine di una gara rocambolesca che ha di nuovo evidenziato qualche disattenzione di troppo ma soprattutto la grande imprecisione sotto porta. Privi di Bacoli, Piovesan, Ciuffa e Cristofoli la squadra di Paccassoni rischia da subito di andare sotto perchè dopo un minuto Criscuolo si rende pericoloso con un bel sinistro sugli sviluppi di un calcio d'angolo. Al quinto poi arriva il gol del solito Tiziano Ponso, attuale capocannoniere e bravo a fulminare l'ex di turno Ciarla. Il Cisterna si copre bene e riparte veloce anche se il Real Podgora reagisce con veemenza. In soli tre minuti sono quattro le occasioni pericolose degli ospiti a partire da Rango prima pericoloso di testa e poi di destro seguito poi da Montalto, pericoloso su calcio di punizione. Quando il Cisterna va avanti però sa far male e così al 10' arriva il raddoppio firmato Criscuolo. Sul 2-0 i padroni di casa hanno il morale dalla loro parte e così ci vuole un super Ciarla al quarto d'ora per negare la gioia del gol al solito Ponso, bravo a liberarsi di un avversario e scagliare la palla verso la porta. Quattro minuti più tardi Ciarla è ancora protagonista, stavolta in spaccata su un destro di Anyadike. L'ultimo sussulto dei padroni di casa arriva al 20' quando Paolucci salva sulla linea su un'altra pericolosa offensiva del Cisterna. Gli ultimi minuti però sono di marca ospite perchè prima Paolucci sfiora il gol al 24' e poi Barbierato spara alto un tiro libero. Prima di andare negli spogliatoi sono due le clamorose occasioni per il Podgora: la prima la sfrutta Capogrossi mettendo la palla dentro mentre la seconda finisce fuori con Cesari al termine di un contropiede da manuale portato avanti insieme a Barbierato. Nella ripresa si parte subito forte con le occasioni di D'Uva, Montalto e Ponso. Il numero dieci del Cisterna è pericoloso anche al settimo ma Ciarla è bravissimo a respingere di pugno. Nel momento migliore del Podgora, pericoloso ancora con D'Uva e Rango, arriva la doccia fredda con il 3-1 firmato Anyadike. Stavolta però la reazione è immediata perchè tre minuti più tardi Cesari colpisce il palo ma sulla ribattuta arriva Rango che mette il pallone in rete. Il ritmo sale nuovamente, le occasioni sono tante da entrambe le parti con London e Ciarla assoluti protagonisti. Al 18' però arriva un altro strappo con la conclusione dal limite di Piacenti che vale il nuovo +2 dei padroni di casa. Il Podgora ha una pronta risposta anche a questo schiaffo perchè al 23' su un'altra grande azione di contropiede Rango impegna London e sulla respinta del portiere locale arriva l'autogol di Di Fabio. Il Podgora ci crede ed ha le occasioni per pareggiare l'incontro ma la palla non vuole entrare. Proprio nel recupero infatti le ultime occasioni con Cesari e Barbierato protagonisti ma anche qui la porta resta inviolata con la conseguente vittoria del Città di Cisterna.