Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Il Real Podgora vince ma non basta: passa il turno il Meeting Genzano

Nella gara di ritorno i ragazzi di Paccassoni si impongono 5-4, ma non riescono a rimontare le due reti di scarto subite nella trasferta ai castelli: decisivo il poker di Panci



REAL PODGORA – MEETING GENZANO 5-4 (3-1 pt)

MARCATORI 2’ e 10' Cristofoli (R), 17’ Pinna (R), 29’ e 13'st Panci (M), 16’st Zacchino (R), 20’st Paolucci (R), 26’e 27 st Panci , 

REAL PODGORA Ciarla, Compagni, Mameli, Pinna, Paolucci, Capogrossi, Rizzato, Barbierato, D’Uva, Zacchino, Cristofoli, Montalto ALLENATORE Paccassoni

MEETING GENZANO Garzoli, Morici, Gabbarini, Rossi, Galieti, Serafini, Molinari, Ruggeri, Panci, Romeo, De Angelis, Bianchini. ALLENATORE Di Fazio

ARBITRO Vannoli di Latina

Capogrossi in marcatura su RomeoSvanisce sul più bello il sogno del Real Podgora. I borghigiani infatti salutano la competizione regionale dopo il 5-4 rifilato al Meeting Genzano (ieri sera mercoledì 29 Ottobre al Marconi), un risultato che non basta per passare il turno di Coppa Lazio. Il vero rammarico è per quello che i biancazzurri hanno fatto vedere in campo con un primo tempo di altissima intensità e spessore agonistico. Già dopo dieci minuti infatti i locali sono in vantaggio 2-0 grazie ad una doppietta di Cristofoli ma con una serie di palle gol create infinita. Il dominio della prima frazione è netto con occasioni per Cristofoli, Pinna, Capogrossi e Zacchino. Il Meeting soffre la pressione alta dei padroni di casa e si concede qualche piccola occasione prima con Rossi e poi Panci. Al 17’ però, dopo almeno quattro occasioni nitide arriva il 3-0 con una botta dalla distanza di Pinna che sorprende Bianchini. Genzano ha una reazione sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma Ciarla è prodigioso chiudendo la porta con un intervento di puro istinto. Sul 3-0 la partita è in mano ai borghigiani che al 25’ sfiorano il 4-0 con un volata sulla destra di Barbierato. Al 28’ è di nuovo Ciarla ad essere protagonista su una conclusione sotto porta di Rossi mentre pochi istanti più tardi Mameli va vicino al gol. In un primo tempo praticamente d’assedio però arriva la doccia fredda al 29’ con un missile di Panci che lascia la retroguardia locale immobile. È una rete che dà maggior vigore ai castellani molto più incisivi nella ripresa. Nel secondo tempo infatti cominciano i botta e risposta delle due squadre perché prima Capogrossi colpisce una clamorosa traversa e poco dopo è Rossi a lambire il palo con un bel tocco di fino. Stavolta sono gli ospiti ad alzare la pressione anche se ora vige l’equilibrio. Al 6’ è direttamente Bianchini dai pali a servire Panci ma Ciarla respinge in uscita mentre al 10’ è Rizzato ad andare vicino al gol. È un momento delicato della partita con ogni affondo che pesa sempre di più. Dopo il palo colpito da De Angelis si infuoca la gara con Panci in rete al 14’ e la risposta immediata di Zacchino che riporta il risultato sul doppio vantaggio (4-2). Per passare il turno però i gol di scarto devono essere tre e così al 20’ un’azione caparbietà  porta Paolucci a siglare il gol del 5-2, fondamentale per la qualificazione. La partita sembra essersi sbloccata di nuovo in favore dei borghigiani ma la beffa è dietro l’angolo. È un super Panci a condannare i padroni di casa: al 25’non centra la porta di poco con un bel diagonale, al 26’ approfitta di un buco in banda e batte Ciarla da pochi passi e al 27’ sfrutta al meglio un break di De Angelis e la conseguente respinta dell’estremo del Podgora. Sul 5-4 i biancazzurri cerca di ributtarsi nella metà campo avversaria ma alla fine il successo è amaro, anzi amarissimo perché regala il passaggio del turno alla squadra di Di Fazio.