Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Il Real Tuscolano esulta grazie a Soru-gol

Massimo risultato col minimo sforzo per i rossoneri in via Selinunte contro il Don Bosco



GIOVANISSIMIPROVINCIALI GIRONE G 

REALTUSCOLANO - BORGO DON BOSCO 1-0 

MARCATORI 25’stSoru (R) 

REALTUSCOLANO Poli,Renzi (1’st Rosadini), Fedele, Sirignano, Botticelli, Bourelly, Mancini (14’ pt Grosso, 20’st Balistreri), Pepperosa (1’stPolani), Petrocchi Soru, Barbaresi (30’st Rossi). PANCHINA Capponi ALLENATORE Marzullo

BORGODON BOSCO Lazar,De Santis, Di Fava, Aldi, Linardi, Severini, Cascone (6’stPartenio), Reggi, Bria (20’st Jimenez), Bramonti,Leonardi PANCHINA Bonifazio,Ronet, Garganu ALLENATORE Diana

ARBITRO Cinieridi Roma


L'esultanza dei ragazzi del Real ©Mirna De CesarisMassimorisultato ottenuto col minimo sforzo, al termine di una prestazionetutt’altro che brillante: il Real Tuscolano torna alla vittoriadopo il passo falso della scorsa settimana sul campo dello Zagarolo.I ragazzi di mister Marzullo, però, soffrono più del dovuto peravere la meglio sui pari età del Borgo Don Bosco, e ottengono i trepunti solo nel finale, grazie ad un gol di Soru. Il primo tempo non èentusiasmante, e di vere e proprie occasioni da gol se ne vedonopoche. Tra i più ispirati c’è il rientrante Barbaresi, che sitrasforma in rifinitore per Mancini e per Petrocchi, ma entrambi nonriescono a concretizzare. Tra gli ospiti è Bramonti a mettersi inevidenza, ma davanti a se trova un Poli in giornata che gli nega perdue volte la gioia del gol. Nel finale di tempo è Petrocchi adandare vicino al gol con un colpo di testa bloccato da Lazar. E’ inavvio di secondo tempo, però, che il Real ha l’occasione piùgrossa per indirizzare la partita dalla propria parte. Non è ancorapassato un minuto quando Barbaresi è steso in area da Linardi:l’arbitro, il signor Cinieri, non può far altro che concedere ilpenalty. Dagli undici metri si presenta Petrocchi, che angola bene macolpisce malissimo: la palla finisce alta sopra la traversa, e ilrisultato resta inchiodato sullo 0-0. Barbaresi è una spina nelfianco, e al 12’ è bravo a conquistarsi un calcio di punizione dallimite, che lo stesso numero 11 calcia alto sopra la traversa. Il golpartita arriva al 25’: a realizzarlo è Soru, che dalla destralascia partire un tiro cross che assume una parabola beffarda cheinganna Lazar, che riesce solo a sfiorare la palla che s’infila sulsecondo palo. Sotto di un gol, il Don Bosco si apre e concedemaggiori spazi: Petrocchi due volte e Balistreri poi non riescono araddoppiare. Nel finale ha una buona opportunità anche Rossi,entrato al posto di Barbaresi, il cui colpo di testa su assist diSirignano non inquadra la porta. Avrebbe meritato il gol, anche perl’impegno e la qualità messi a disposizione della squadra neiminuti in cui è stato in campo.