Notizie

Il Rinascimento fiammingo protagonista a Roma

Nel prossimo ottobre una mostra inedita alle Scuderie del Quirinale



Image titleE’ tutto pronto alle Scuderie del Quirinale di Roma per celebrare Hans Memling e tutta la suggestione della pittura rinascimentale che, non più tardi di sei secoli fa, illuminò le Fiandre diventando faro e spunto culturale per l’intero continente europeo. Un percorso inedito, all’insegna dello stupore e pervaso di costanti, fascinantissime incognite: difatti non a caso si è pensato di incentrare un intero percorso espositivo sulla figura particolare di Memling. Trattasi in effetti di un vero e proprio evento unico, di un’occasione senza precedenti (poiché una mostra monografica del genere non era mai stata organizzata in Italia), per ammirare tutti gli aspetti nonché le molteplici sfaccettature di un poliedrico Artista vissuto tra il 1435 circa ed il 1494. Hans Memlig fu il protagonista di un intenso periodo di mecenatismo artistico promosso, incoraggiato e finanziato dai mercanti di Bruges, facendo di raffinatezze d'epoca, velate malinconie e panneggi elegantissimi alcuni dei suoi meravigliosi motivi-firma: capace di spaziare dalle pale d’altare ai trittici portatili, dalle pitture immerse in paesaggi bucolici fino ai famosissimi ritratti profani, Memling finì per fare scuola ed influire in maniera determinante sullo sviluppo della pittura italiana dei secoli successivi: indimenticabile per esempio, la lezione stilistica del “Trittico Donne”, immerso in un'atmosfera di ieratico realismo. Tornando infine alla mostra vera e propria, essa sarà una delle più vaste mai realizzate fuori dal Belgio per numero di opere e si terrà dall'11 Ottobre al 18 Gennaio 2015: vi figureranno  capolavori di Arte sacra provenienti dalle maggiori collezioni del mondo. Saranno visitabili per la prima volta in assoluto dei dittici e dei trittici ricomposti in via del tutto eccezionale per tale occasione, come il Trittico Pagagnotti, le cui parti sono conservate tra la fiorentina Galleria dei Uffizi e la National Gallery di Londra, oppure il Trittico di Jan Crabbe, proveniente rispettivamente dal Museo Civico di Vicenza, la Morgan Library di New York ed il  Groeningemuseum di Bruges. Completeranno questo vero e proprio percorso monumentale una serie dei celeberrimi ritratti dell'Artista fiammingo, tra i quali spiccano il Ritratto di Giovane proveniente dalle Gallerie dell'Accademia di Venezia, oppure il Ritratto femminile messo a disposizione da una collezione privata americana. Ce n'è davvero per ogni palato. Per informazioni e prenotazioni ci si può riferire al sito www.scuderiequirinale.it/categorie/mostra-memling-e-l-italia .