Notizie
Categorie: Dilettanti - Eccellenza

Il Roccasecca esulta con Chiarlitti: ko una brutta Artena

I ciociari espugnano il campo della Vis, apparsa oggi opaca



11a Giornata - 16 nov 2014
0 - 1

MARCATORI 7'st Chiarlitti

VIS ARTENA Greci, Rizzo, Pomponi, Padovani, Romaggioli, Simone (11'st Prati), Grelloni, Innocenzi, Boncompagni, Coculo (5'st Longo), Mancini (1'st Proietti) PANCHINA Fortunati, Proia, Salvitti, Germini ALLENATORE Centra

ROCCASECCA Teoli, Ricci, Gargiulo, Santopadre, Risi, Fulco, Sisti (42'st De Santis), Lombardi, Chiarlitti, Monaco, Zonfrilli (46'st Maruggi) PANCHINA Sbardella, Protano, Migliorelli, Gelfusa, Pagliaro ALLENATORE Del Signore

ARBITRO Campobasso di Formia

NOTE Ammoniti Padovani, Pomponi (A) Lombardi (R) Espulso Monaco  (R) per doppia ammonizione Angoli 5-5

Sorride il RoccaseccaLa piu brutta partita della Vis Artena in questa stagione agonistica. Senza cuore, senza determinazione, senza personalità; con una difesa oggi distratta e un centrocampo che non ha dato alcuna certezza nè in fase di costruzione nè per propensione difensiva. Il Roccasecca è appena sufficiente, eppure riesce a imbrigliare la manovra rossoverde senza alcun patema d'animo. Concede davvero poco ai padroni di casa, e quando rimane in dieci per l'espulsione di Monaco, cresce d'intensità e non si fa mai sorprendere. La difesa rossoverde fa due errori grossolani; nel primo, al 32', Lombardi si trova di fronte a Greci, tira battendolo, ma sulla linea Pomponi riesce a deviare con il tacco. Nel secondo, al 7' della ripresa, su corner di Lombardi interviene indisturbato Chiarlitti e devia in gol gonfiando la rete. La Vis non ha alcuna reazione, nemmeno quando resta in superiorità numerica per l'espulsione di Monaco. Per vederel'Artena sotto porta avversaria bisogna aspettare il 43' quando Boncompagni si destreggia in area e spara sull'esterno della rete. Lo stesso centravanti un paio di minuti dopo tira al volo ma è bravo Teoli a deviare in angolo. Troppo poco per la Vis e arriva così la seconda sconfitta consecutiva. La classifica orà è più difficile: un duro al lavoro aspetta Fabrizio Centra, ma lui, giustamente, aspetta a sua volta una campagna di rafforzamento che lo possa aiutare.