Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Il Savio non lascia niente per strada: espugnato il Gelsomino

La Petriana non riesce a resistere per 70 minuti agli assalti della formazione di Guglielmo, che conquista la settima vittoria con Fontana e Alfonsetti



7a Giornata - 02 nov 2014
0 - 2

MARCATORI Fontana 7’pt (S), Alfonsetti 3’st (S) 

PETRIANA Monaldi 6,5, Porzia 5,5, Carilli 6, Petrini 5,5 (23’st Pace 6), Passalacqua 5,5, Ferazzani 5, Gerbi 6, Ventura 6 (9’st Di Forti 5,5), Santilli 5,5 (1’st La Rosa 5,5), Guerani 6, Castaldini 5,5 PANCHINA Giovannucci, Arena ALLENATORE Sposato 

SAVIO Mancini 6 (1’stMaroncelli sv.), Cursi 6 (13’st Podda 6), Troiano 6, Scartocci 6,5, Kalaj 6, Persi 6 (16’st Stefani 6), Alfonsetti 7 (9’st Canepa 6), Nicoletti 6 (27’st Della Posta sv.), Fontana 6,5 (25’st Fedeli sv.), De Masi 6, Mangione 7 (16’st Capogna 6) ALLENATORE Guglielmo 

ARBITRO Caniglia di Roma1, 6 

NOTE Angoli 0-9. Rec. 1’st, 3' st

Savio a punteggio pieno © photosportiva.itNella meravigliosa cornice del“Gelsomino”, il Savio incastona la settima bellezza, imponendosi 0-2 contro la Petriana. La compagine di Guglielmo si è dimostrata vera corazzata e squadra da battere, solida in difesa e letale in attacco; d’altro canto i padroni di casa hanno peccato di lucidità in avanti, ma vanno elogiati per la personalità dimostrata.

Il Savio parte forte e fa capire subito alla Petriana quale sarà l’andazzo della gara: nei primi 5’ di gioco si registrano i tentativi di Kalaj e Nicoletti, fuori misura, poi al 7’ la capolista passa già in vantaggio sugli sviluppi di un corner battuto velocemente, con Alfonsetti che penetra in area e serve a Fontana un assist d’oro che questi trasforma in rete sottomisura. La Petriana reagisce con la battuta da fuori area di Gerbi, ma il Savio, non pago del vantaggio, riprende la pressione offensiva, provandoci prima con Alfonsetti, innescato dal pregevole tacco di Mangione, poi con De Masi dal limite, ma in entrambi i casi Monaldi si fa trovare pronto. Il ritmo della gara è elevato, anche la Petriana prova ad impensierire gli avversari, i quali però sono padroni del campo. Al quarto d’ora il Savio sfiora il raddoppio col colpo di testa di De Masi, provvidenziale il salvataggio sulla linea di Passalacqua, mentre al 22’ Monaldi si oppone bene sul colpo di testa di Mangione ed a seguire Scartocci calcia alto. Al 28’ la Petriana va vicina al pareggio col colpo di testa di Ventura, a lato di un soffio, su una lunga punizione; il Savio risponde a tono, ma si vede annullare il gol, probabilmente regolare, del raddoppio, a seguire l’ultimo acuto dei primi 35’ è la botta dalla distanza di Mangione.

Nella ripresa è lo stesso Mangione, incontenibile, a riaprire le danze, rendendosi protagonista prima con un’altra conclusione, poi assistendo dalla destra Alfonsetti, il quale controlla ed esplode un potente destro che si insacca sotto la traversa, per il raddoppio ospite. Nella seconda frazione le occasioni non fioccano come nella prima, le squadre comprensibilmente rifiatano dopo l’intenso primo tempo. La Petriana comunque fatica a contenere le sfuriate offensive del Savio, che, dopo una decina di minuti giocati a ritmo più blando, al 17’quasi cala il tris con la bomba dalla distanza di Scartocci che fa la barba la palo, mentre al 25’ ci riprova con la percussione solitaria di Canepa. Nulla più fino al triplice fischio, che legittima il Savio primo della classe a punteggio pieno, 21 punti in classifica.