Notizie
Categorie: Giovanili - Allievi

Il Savio si prende il big match: ci pensa Modesti

L'Ostia Mare spreca il rigore del pareggio con Paternoster al 22' della ripresa. Decide la rete della punta in apertura



SAVIO – OSTIA MARE             1-0

MARCATORI Modesti 5' pt 

SAVIO Caprioli 7, Lori 7, Falcone 5.5 (31' st Savi sv), Picano 6.5 (38' st Caandriello sv), Tirinnanzi 6, Manzelli 6.5, Dey 7 (14' st Rita 6.5), Petroni 5.5 (35' st Fulchini sv), Modesti 6.5 (17' st Pirri 6), Nargiso 5.5, Gatta 6 (8' st Pellegrini 6) PANCHINA Scaramuzzino ALLENATORE Carmelino 

OSTIA MARE Micucci 6, Vincenzini 6.5, Bove 6 (27' st Paglia), Poklacki 7, Melucci 6, Calveri 5.5, Amico 6, Paternoster 5, Muzi 5, Spano 6 (23' st Gaggini 6), Proietti 6.5 (8' st Sargolini 6.5) PANCHINA Santoni, Antonacci, Cabella, Fioravanti  ALLENATORE Patanella 

ARBITRO Bertini di Ciampino, 6.5 

NOTE Rigore parato da Caprioli (S) a Paternoster al 22' st Ammoniti Gatta, Picano, Calveri, Dey, Manzelli, Vincenzini Angoli 2-3 Fuorigioco 1-4 Rec. 2' pt, 4' st 

E' il Savio ad aggiudicarsi il big match di giornata superando di misura l'Ostia Mare. Il gol in apertura di Modesti consente ai biancoblu di portare a casa tre punti importanti, mentre per Patanella resta il rammarico di aver fallito il calcio di rigore del pareggio a metà ripresa. Così Carmelino rompe il ghiaccio, conquistando il primo succeso del post Berardo proprio contro il suo ex club.

Il Savio di Carmelino © photosportroma.itLa gara inizia su ritmi alti. L'Ostia Mare prova a prendere in mano le redini del match partendo molto aggressiva, Caprioli esce bene su Paternoster lanciato a rete dopo pochi istanti, ma il Savio non si fa cogliere di sorpresa, anzi. Passano solamente cinque minuti, infatti, e i padroni di casa sono già in vantaggio. Batti e ribatti al limite dell'area con la difesa ospite che non riesce a liberare, Lori approfitta della confusione generale e serve Modesti che, di esterno destro, fulmina Micucci. L'episodio del vantaggio biancoblu resta a lungo l'unica emozione della gara. L'Ostia Mare tenta di reagire, ma riesce a collezionare solamente una serie di calci d'angolo che non portano a vere occasioni. Il Savio si difende bene, senza concedere nulla e prova a ripartire con veloci ripartenze. Anche la formazione di Carmelino, però, non riesce a pungere, venendo fermata sistematicamente ai sedici metri dalla difesa ospite. Così per registrare un'altra conclusione verso la porta, bisogna attendere una punizione di Paternoster alla mezz'ora, ma la sua conclusione dal limite è troppo morbida e viene neutralizzata senza problemi da Caprioli. La vera chance per pareggiare l'Ostia Mare la crea al 35'. Bel lavoro sulla destra di Gatta, che sfonda sulla destra e pesca Pellegrini sul secondo palo, ma l'esterno non riesce a trovare l'impatto giusto con la sfera da ottima posizione. Nel finale sono i padroni di casa a farsi rivedere in avanti, con un insidioso tiro-cross di Lori che Micucci è costretto a deviare in corner prima che il direttore di gara fischi il finale di frazione.

Il secondo tempo si apre con il Savio che crea una grandissima occasione per raddoppiare. Apertura a memoria di Dey per Lori, cross dalla destra raccolto ancora dal numero sette che, da ottima posizione, non riesce ad angolare a sufficienza il destro, permettendo a Micucci di dissinescare il pericolo. Se la partenza razzo poteva lasciare presagire ad una ripresa più vivace, le aspettative del pubblico vengono presto disattese. Le due formazioni continuano più a non concedere che a costruire, con le difese che la spuntano quasi sempre nei duelli contro i rispettivi dirimpettai. A scuotere il match ci pensa Rita, inserito da Carmelino pochi istanti prima, con una meravigliosa punizione a giro che dà l'illusione del gol colpendo l'esterno della rete. Al 22' l'episodio che avrebbe potuto cambiare il match. Sugli sviluppi di un calcio di punizione Manzelli stende Paternoster. Per l'arbitro è calcio di rigore, ma è lo stesso numero otto a farsi ipnotizzare da Caprioli che salva il risultato respingendo il sinistro a incrociare. Nonostante l'errore l'Ostia prova a spingere per pervenire il pareggio, ma senza riuscire a creare ulteriori pericoli. Neanche i cambi aiutano Patanella nella rimonta, il Savio conduce in porto il successo senza troppi patemi. Tre punti importanti, dopo il pareggio alla prima in casa del Tor di Quinto, per la formazione di Carmelino. Per i biancoviola, invece, brusco stop dopo il successo all'esordio con il Rieti. Le assenze si fanno sentire.