Notizie
Categorie: Altri sport

Il Super 8 sbarca a Santa Maria di Castellabate: la terza tappa ci svelerà le prime due semifinaliste

Parte la caccia alla capolista Roma, che dopo due stagioni culminate con due brucianti sconfitte, è a caccia del suo primo scudetto. I Cavalieri del Mare pronti ad approfittare di eventuali passi falsi, la Lazio cerca nuove conferme dopo l'ein plein di Bibione



Lazio Beach Soccer © Super Eight"Qui non si muore", sospirò Gioacchino Murat nel 1811, durante il suo passaggio a Santa Maria di Castellabate. Un’affermazione incisa su una targa che ha reso eterna la bellezza della città del Cilento, fino alla trasposizione cinematografica nel film di Luca Miniero, “Benvenuti al Sud”, con Claudio Bisio e Alessandro Siani, interamente girato a Castellabate. La storia, il cinema, la spiaggia, il calcio: quattro ‘passi’ noti in tutto il mondo della tradizione italiana.

Il SuperEight Beach Soccer Tournament targato Stanleybet - campionato di calcio su sabbia giunto alla terza edizione e organizzato da Officina Italiana Servizi ed Eventi - sbarca proprio qui per il terzo appuntamento della stagione. Sulla sabbia di Castellabate, dal 18 al 20 luglio, i dieci club si daranno battaglia per scalare la classifica in attesa della resa dei conti, la finale di Scoglitti in programma dal 24 al 27 luglio. E, attenzione, perché a Castellabate tutto quanto accadrà sarà decisivo: le due squadre che a fine tappa si classificheranno al primo e al secondo posto accederanno direttamente alle semifinali di Scoglitti. Per conoscere le loro avversarie bisognerà attendere l’esito dei playoff che si disputeranno in Sicilia tra i restanti otto club.

Niente è deciso è il motto non scritto del SuperEight: lo sanno bene i gladiatori della sabbia che, dopo le tappe di Fiumicino (4-6 luglio) e Bibione (11-13 luglio), si sono resi protagonisti di scivoloni e impennate che hanno rivoluzionato la classifica. La tappa d’esordio aveva sancito le difficoltà delle favorite Roma e Lazio, quella di Bibione ha restituito le due big ai vertici della classifica. Costanti nei risultati e spettacolari nel gioco i “wonder boys” di Viareggio, i Cavalieri del Mare, primi in classifica al fianco della Roma. Flessione per l’Udinese a Bibione, soprattutto a causa dell’assenza dei due assi Oranje: Steemers e lo straordinario portiere Mark Smith. Più in generale, le prove di Genova, Vasto, Soverato, Bergamo, Rimini e Romagna, aldilà delle fortune di classifica e dei risultati, dimostrano come il livello del SuperEight sia tarato sempre più verso l’alto.

Nella tappa di Bibione è tornato finalmente in campo Pasquale “boom boom” Carotenuto, capitano della Roma, campano doc – una curiosità: nel calcio a 11 ha militato nell’Agropoli, poco distante da Castellabate, nel 2012-13 – e uno dei giocatori simbolo del SuperEight. Il capocannoniere del 2013 ha dato il via alla sfida nella sfida: non solo la lotta per lo scudetto, ma anche quella ad handicap (out nella prima tappa, solo a Bibione in campo per un buon numero di minuti) per il titolo capocannoniere. Impresa alla portata dopo i 4 gol di Bibione? La domanda bisogna girarla a Jacopo “Kevin” Strocchi, bomber della Romagna in testa alla classifica con 10 reti, al pari del romanista Juninho Alagoano. Eppoi ai laziali “Ietrinho” Ietri (9) e Bryan “BR7” Rangel Yano (8), il giovane, fortissimo brasiliano che vola sulla sabbia un po’ come l’asso del Real Madrid al Bernabeu e, dopo le prime due tappe, in piena corsa per il premio di miglior giocatore del torneo.