Notizie
Categorie: Giovanili - Giovanissimi

Il tecnico Giuliani lancia la Pro Calcio Tor Sapienza

L'allenatore: "C'è stato un cambio di mentalità e puntiamo ad arrivare più in alto possibile in classifica"



Il tecnico GiulianiNel Girone B dei Giovanissimi Regionali c’è una squadra che sta inanellando una vittoria dopo l’altra: si tratta della Pro Calcio Tor Sapienza del tecnico Fabrizio Giuliani, che sta scalando posizioni in classifica e, con l’ultimo successo ai danni della Vigor Nepi si è piazzata al quarto posto, ad una sola lunghezza dai cugini del Tor Sapienza ed a tre dalla seconda piazza occupata dall’Athletic Soccer Academy.


Mister è un ottimo momento per la squadra, come testimoniano le 5 vittorie di fila.

“La squadra sta abbastanza bene, sia fisicamente che mentalmente. Partita dopo partita sta crescendo anche dal punto di vista tattico: viviamo alla giornata, cercando di affrontare ogni ostacolo con impegno, serietà e rispetto”.


La serie di successi è iniziata dopo due cadute consecutive, arrivate però dopo l’importante successo contro la capolista Libertas Centocelle. E’ stato quello il punto di svolta?

“La mentalità è stata cambiata gradualmente, giornata dopo giornata. Più che la sfida con la Libertas, l’imput della scossa è stata la mia prima partita su questa panchina, ovvero la trasferta in casa dell’Ottavia. E’ stato un successo che ai ragazzi ha dato consapevolezza dei propri mezzi: il gruppo mentalmente si è convinto delle proprie capacità. Durante la settimana i ragazzi lavorano bene, con dedizione: è un bel gruppo, sono convinto che ci toglieremo delle soddisfazioni”.


Pro Calcio Tor SapienzaIl cambiamento più grande è stato quindi quello mentale, o anche in campo c’è stato un miglioramento?

“Ho preso la squadra l’ultima settimana di Novembre: il discorso mentale ovviamente è importante, però anche in campo c’è stata una svolta. E’ normale che vincere aiuta a vincere: quando si realizza una scia di successi si guadagna autostima, e tutto diventa più semplice”.


Quale obiettivo si pone questo gruppo?

“L’obiettivo è quello di arrivare più in alto possibile. Noi affrontiamo ogni sfida senza guardare la classifica: mancano due partita alla chiusura del girone d’andata, una volta disputate vedremo il nostro posizionamento in graduatoria e tracceremo un primo bilancio in vista del girone di ritorno. L’obiettivo è scalare la classifica lavorando con tranquillità, senza pressioni per fare del nostro meglio”.