Notizie
Categorie: Dilettanti - Serie D

Il Terracina ci crede, ma Piro salva l'Ostia nel finale

Al Colavolpe, Flamini porta in vantaggio i locali, poi il talento biancoviola ristabilisce la parità negli ultimi minuti di gioco



15a Giornata - 14 dic 2014
1 - 1

MARCATORI 19’ st Flamini (T), 40’ st Piro (OM). 
TERRACINA Imbimbo 6, Benedetti 6, Ansalone 6 (40’ st Bernisi sv), Giglio 6, Manzi 6, Testa 6, Flamini 6.5, La Rosa 6 (20’ st Rondinelli 6), De Angelis 6, Castaldi 6, Paris 6 (9’ st Coquin). PANCHINA Rampi, Baldassare, Pernasilio, Bispuri, Di Bartolomeo, Rufo. ALLENATORESergio.
OSTIAMARE Travaglini 6, Cesaretti 6, Angeletti 6 (21’ st Rossi 6), De Nicolò 6, Costantini 6, Martinelli 6, Piro 6.5, D'Astolfo 6 (32’ st Palazzoni), Matarazzo 6, Fanasca 6 (21’ st Maciocca 6), Maestrelli 6. PANCHINA Ludovico, Giorgini, Biagiotti, Danese, Trippa, Sargolini. ALLENATORE Chiappara.
ARBITRO Sig. Agrò di Terni, voto 6. 
ASSISTENTI De Prisco di Nocera Inferiore e Greco di Battipaglia.
NOTE Espulso al 30’ st Flamini (T) per doppia ammonizione. Ammoniti La Rosa, Paris, Piro. Recupero 2’ pt – 4’ st.

PiroComincia a vedere la luce fuori dal tunnel la squadra del tecnico Sergio che, dopo le ultime giornate di campionato avare di risultato, si divide la posta in palio con un ostico Ostia Mare dopo una partita che, per come si era messa nella seconda metà di gioco, poteva presagire scenari ben più amari. Dopo la sconfitta in casa del Cynthia, una vittoria avrebbe sicuramente fatto bene al team di Sergio, ma l’appuntamento con la vittoria è stato solo rimandato e la squadra si trova ora in classifica a quota 12. L’ Ostia Mare, dal canto suo, si conferma al terzo posto con 27 punti, sicuramente ancora lontana dalla capolista Lupa Castelli Romani e dalla seconda Viterbese, ma comunque in una posizione di tutto rispetto. Primo tempo equilibrato, ma non privo di emozioni. Nei primi minuti del match è proprio la squadra di Chiappara a prendere in mano le redini della partita portandosi in avanti. La prima azione pericolosa però arriva dai tigrotti ad opera di Paris che, al 10’, sfiora la rete con una conclusione dal limite. Al 20’ ci prova per i suoi Maestrelli, ma la sfera finisce largamente sopra la traversa. Due minuti più tardi è ancora Paris, su calcio di punizione, a sfiorare il vantaggio. Poco dopo è l’Ostia Mare ad andare vicino al gol con De Nicolò che, da posizione ravvicinata, non insacca. Mentre da una parte ci provano ancora De Angelis e Paris, dall’altra Fanasca e Maestrelli, ma il risultato non cambia per tutta la prima frazione di gioco. Nella ripresa, Flamini regala la rete ai bianco blu battendo Travaglini da posizione ravvicinata. La reazione dei viola non tarda ad arrivare. Al 21’ è Matarazzo che ci prova dalla distanza, ma Imbimbo non si lascia sorprendere. Alla mezzora un’ingenuità di Flamini costringe il direttore di gara ad anticipargli la doccia per somma di cartellini gialli. La squadra di Chiappara, in superiorità numerica, avanza il baricentro alla ricerca del pareggio. Il Terracina si chiude in difesa del risultato, ma il forcing dei romani trova la via del gol quasi allo scadere con Piro che approfitta di un’ingenuità del portiere gonfiando la rete a porta praticamente vuota. Nei minuti finali la compagine di Chiappara sfiora la rete del raddoppio con Palazzoni che spreca da posizione favorevole. In pieno recupero è la punizione di capitan Martinelli a sfiorare l’incrocio dei pali. Il Terracina versione saracinesca regge per tutto il recupero ed al triplice fischio mette in tasca un punto che, per come si erano messe le cose, ha quasi il sapore della vittoria. Un appuntamento con la vittoria mancato per i romani a cui l’arrembaggio finale non basta.