Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Il Villalba campione chiude con una vittoria sul CreCas

Cinquina della prima della classe, mentre agli avversari non bastano Uccellini e Di Luca



MARCATORI D'Andrea 10' pt (V), Uccellini rig. 12' pt (C), Caldironi 37' pt (V), Di Luca 19' st (C), Romano 29' st, Frera rig. 36' st, Caldironi 38' st (V) 

VILLALBA Frera, Valentini (8' st Volpe), D'Andrea, Di Florido, Vernile, Romano (37' st Giusti), Moscatelli (27' st Di Pasquale), Di Tommaso (12' st Gentili), Sabatini, Di Mauro (23' st De Parasis), Caldironi PANCHINA Conti, Brocchieri ALLENATORE De Filippo 

CRECAS CITTÀ DI PALOMBARA Arbace, Meucci, Di Luca, Brandi, Di Gianfelice, Massimi, Uccellini, Simone, Pasquarelli, Alivernini ALLENATORE Cola 

ARBITRO Pirino di Roma 2 

NOTE Ammoniti Frera, Valentini, Uccellini. Angoli 5 - 0. Rec. 0' pt, 0' pt.

Uno scatto dal matchContro la capolista non si passa: al "Piero Fiorentini" i campioni del girone B concludono la stagione con una vittoria ai danni del CreCas. Per i sabini è un finale amaro: la squadra di Cola, imbattuta nel turno di andata, ha sofferto infortuni e squalifiche in quello di ritorno vedendo sfumare l'Elite di giornata in giornata. Festeggiamenti dietro l'angolo per il Villalba, che, nel turno odierno, passa dopo 10' dal fischio d'inizio, quando Caldironi scende sulla corsia di sinistra e crossa per D'Andrea, che insacca l'1 a 0. Trascorre appena 1' e, dalla parte opposta del campo, Valentini alza troppo il braccio sulla conclusione di Di Luca: penalty in favore degli ospiti. Ad incaricarsene è Uccellini, che non sbaglia e pareggia i conti. Al 37' tiro di Di Florido respinto e tap-in vincente di Caldironi, che realizza il 2 a 1. Il CreCas, in forte emergenza e con dieci uomini dal 1', non si dà per vinto e al 19' Di Luca riceve il traversone di Simone e con un pallonetto batte Frera per il 2 a 2. I padroni di casa non ci stanno, approfittano del calo fisico degli avversari e premono sull'acceleratore al 29': Caldironi dalla sinistra lascia partire il cross verso il centro dell'area, dove l'intervento di Arbace non evita la finalizzazione di Romano. 6' dopo l'estremo difensore ospite entra in maniera scomposta su D'Andrea e il direttore di gara fischia il calcio di rigore. Sul dischetto si piazza eccezionalmente Frera, che firma il poker. La definiva manita al 38' con il sigillo di Caldironi.