Notizie

Il Villanova va ko, l'Ostiamare di Ranese cala il tris

Di Cabella, Mirante e Alessandrini le firme delle reti biancoviola



MARCATORI 16'pt Cabella (O), 20'st Mirante (O), 33'st Alessandrini (O)
OSTIAMARE Varamo, Miconi, Dolor, Belardelli (14'st Spizzichino), Laudicino (23'st Cerra), Carrera, Mirante (23' Bizzaglia), Cabella, Russo(31'st Bizzaglia), Morra (28'st Cerilli), Chinapah (21'st Alessandrini) PANCHINA Vicchi, Forchino, Bizzaglia ALLENATORE Ranese
VILLANOVA D'Ippolito, Zampaglione (36'st Mariani), Vieriu, Ledoti, Alessandrini, Ragucci, Piacentini (23'pt Damiani), Morasca (29'st Iannilli), Dolciotti (7'st Graziano), Petrosino, Mosca PANCHINA Masato, Dini, Menichelli ALLENATORE Ferranti
NOTE Ammoniti Vieriu, Mosca, Ledoti, Petrosino, Mirante, Laudicino, Cerilli 25'st Espulso Ledoti (V) per doppia ammonizione Rec. 2'pt - 3'st

L'Ostiamare ha la meglio sul Villanova grazie soprattutto alla capacità di capitalizzare al meglio le occasioni prodotte. Per Ferranti, questa sconfitta sarà l'occasione per lavorare in vista dell'inizio del campionato. Ranese, al contrario, si coccola i suoi ragazzi che dimostrano di esser già pronti per la stagione che verrà.

Ostiamare subito avanti. La formazione del tecnico Ranese riesce a sbloccare il match già nei primi minuti. Passa poco meno di un quarto d'ora quando i biancoviola riusciranno a siglare la rete dell'1-0 grazie all'incursione di Cabella che prima si vede respingere un suo destro da posizione defilata da un attento D'Ippolito e poi, sulla successiva respinta, non lascia scampo all'estremo difensore avversario. La risposta del Villanova di mister Ferranti non tarda ad arrivare visto che alla mezzora l'Ostiamare rischia grosso con Laudicino che perde palla sulla propria trequarti. Ad approfittarne è Damiani che imbuca un bel pallone per l 'inserimento di Morasca ma Varamo è bravo a disinnescare l'offensiva avversaria in uscita bassa. La prima frazione di gioco si chiuderà con un bel destro al volo di Russo che, su assist di Chinapah, sfiorerà di un niente il palo alla destra di D'Ippolito.

Ferranti, tecnico del VillanovaVillanova più coraggioso. La ripresa mostra un miglioramento nella manovra dei ragazzi di Ferranti che ora si fanno decisamente più coraggiosi e ordinati nel tessere le loro trame di gioco. Conseguenza è un'Ostiamare che ora si preoccuperà di far male agli avversari soprattutto attraverso delle veloci ripartenze sfruttando la rapidità sugli esterni ora di Mirante ora di Chinapah. Al diciassettesimo sarà però il Villanova a sfiorare il gol del pareggio quando, sugli sviluppi di una punizione calciata lunga da centrocampo, Mosca si avventa su un pallone vagante in area biancoviola senza però riuscire a centrare il bersaglio.

Gara in ghiaccio. Al ventesimo l'Ostiamare mette il risultato al sicuro sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti sinistra calcia direttamente in area di rigore avversaria con Mirante che è il più lesto di tutti a ribadire in rete una palla vagante in area del Villanova. Dieci minuti più tardi anche grazie alla superiorità numerica guadagnata per l'espulsione di Ledoti, l'Ostiamare siglerà il 3-0 con alessandrini che prima colpisce un clamoroso palo con un missile ad incrociare dal limite e poi, una volta che l'Ostimare riconquisterà il pallone, insaccherà da pochi passi la palla del 3-0 finale.