Notizie
Categorie: Dilettanti

Imparando, il 23 marzo la presentazione al centro di Sant’Anastasia

L'organizzazione cara a Davide Quironi ed Emanuele Maggiani sbarca in Campania, in un comune alle porte di Napoli



La locandina dell'eventoLa Scuola portieri Imparando si allarga. E sfonda i confini regionali. Dopo i centri di Villalba (progetto pilota) e Marino, l’organizzazione cara a Davide Quironi ed Emanuele Maggiani sbarca in Campania e precisamente a Sant’Anastasia, comune alle porte di Napoli. L’accordo era già stato preannunciato, ma il 23 marzo ci sarà la presentazione ufficiale alle ore 15 presso il centro sportivo della Ssd Stella Splendente del presidente Di Marzo. L’evento vedrà la presenza dei promotori della scuola, Davide Quironi (preparatore dei portieri della Ternana) ed Emanuele Maggiani (preparatore dei portieri della Lupa Roma) che alleneranno per un pomeriggio i giovani estremi difensori della Ssd Stella Splendente e della Asd Sant’Anastasia. Presente ovviamente anche il general manager di “Imparando” Francesco Comiano oltre a tutto lo staff di istruttori di cui è composta la scuola. Tra i partecipanti ci sarà anche Alberto Brignoli, attuale numero uno della Ternana recentemente acquistato dalla Juventus, vero e proprio fiore all’occhiello dell’accademia “Imparando”. La kermesse del 23 marzo sarà solo il preludio ad una florido sodalizio che sta nascendo tra la Stella Splendente e la Scuola portieri Imparando. «La collaborazione tra i due complessi sportivi comporterà la diffusione in tutta la Campania delle metodologie di lavoro finalizzate alla formazione dei portieri del domani» hanno scritto sul sito ufficiale del club di Sant’Anastasia. «L’idea della collaborazione con questa società campana – spiega Comiano – è nata grazie all’amicizia di vecchia data del nostro Emanuele Maggiani con l’attuale direttore sportivo e responsabile della Scuola calcio della Stella Splendente, Domenico Panico, fratello di quel Mimmo che giocò con Emanuele negli Allievi nazionali dell’Inter in gioventù. Hanno buttato giù questa ipotesi che in breve tempo è diventata realtà e dopo la presentazione spiegheremo come verrà strutturata. Siamo orgogliosi, comunque, che i metodi della “Imparando” trovino terreno fertile anche fuori dalla regione Lazio».