Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Regionali

Impresa della Lazio Calcetto: Capitolina stesa al To Live 6-4

I biancocelesti impongono la prima sconfitta casalinga alla capolista: doppiette di Roberto Fratini e Langiano, in gol anche il portiere laziale Silvi



CAPITOLINA MARCONI – LAZIO CALCETTO 4-6


MARCATORI
Carrarini 5’ (L), Costi 7’ (L), De Cicco 16’ (C), Gentile 18’ (L), Langiano 26’ (C), Rubei 30’ (C) nel p.t.; Fratini 27’ (L), Silvi 29’ (L), Langiano 30’ (C), Fratini 31’ (L) nel s.t.

CAPITOLINA MARCONI Mazzuca, Fratini, Bruni, Langiano, Rossi, Rubei, De Cicco, Petrucci, Copparoni, Hanout, Paoli, Bardoscia ALLENATORE Consalvo

LAZIO CALCETTO Palmucci, Costi, De Lucia, Fratini, Dionisi, Gentile, Lemma, Bragalenti, Carrarini, Dominici Laurenzi, Silvi ALLENATORE Ferretti

ARBITRI Giovannangeli di Ciampino, D’Ortenzio di Roma 2

NOTE Ammoniti De Cicco, De Lucia Falli 2-2, 1-1 Rec. 2’pt – 2’st


Il capitano laziale Stefano CostiIl risultato che non ti aspetti. La Lazio Calcetto compie l’impresa e stende a domicilio la Capitolina Marconi, infliggendo alla capolista il primo stop casalingo della stagione. Il team di Consalvo ha dovuto fare a meno di pedine importanti come Angelini, Lauri, Cerchiari e Becchi, ma anche i biancocelesti di Ferretti sono scesi in campo con ben sette under in lista. 


Primo tempo. L’avvio di gara è favorevole alla Lazio Calcetto, che approfitta al meglio di una Capitolina priva della consueta lucidità. La prima occasione è per i gialloneri con Fratini, ma la risposta laziale è immediata: al 3’ Costi manda a fil di palo, subito dopo Dionisi costringe Bardoscia in angolo, sugli sviluppi del quale Carrarini, dalla distanza, porta in vantaggio la Lazio Calcetto. La reazione giallonera non arriva ed è sempre la Lazio a rendersi pericolosa. Al 7’ doppio intervento di Bardoscia su Dionisi e Costi, mentre subito dopo arriva il raddoppio di Costi, che finalizza una splendida azione personale. Sotto di due reti, la Capitolina prova a scuotersi con De Cicco, che impegna severamente Silvi. Al 16’ il team di Consalvo riapre la gara con un preciso diagonale di De Cicco, ma in un minuto la Lazio allunga nuovamente: conclusione da fuori di Dionisi e tocco di tacco di Gentile sotto porta per il 3-1. Nel finale, la Capitolina rompe gli indugi e cresce di intensità, chiudendo in difesa gli avversari: al 22’ Langiano pesca Petrucci, ma Silvi è fenomenale. Al 26’ ancora Langiano si avventa su una palla al limite dell’area e scarica il porta il 2-3, mentre allo scoccare della mezz’ora, Rubei in diagonale manda la palla contro il palo e quindi in rete per il 3-3 di metà gara. 


Secondo tempo. Forte del pari acciuffato in extremis, la Capitolina torna in campo con ben altro piglio, mentre la Lazio Calcetto, in avvio, non riesce più a farsi vedere in avanti. Al 2’ Fratini calcia alto, al 5’ De Cicco colpisce l’esterno della rete, mentre all’8’ Rubei devia la sfera, che centra il palo interno e torna tra le braccia di Silvi. La Lazio rompe la pressione con una ripartenza di Carrarini, che serve Costi la cui conclusione a porta vuota, viene Tommaso Langiano, autore di due golsalvata alla disperata da Fratini. La Capitolina, però, torna subito in avanti, ma la manovra giallonera è insolitamente confusa e gli attacchi sembrano più frutto dei nervi che della lucidità. Al 15’ Silvi salva alla grande su De Cicco, al 19’ Rubei manda a fil di palo con una conclusione mancina dal limite, al 20’ Petrucci impegna Silvi e sulla respinta Langiano colpisce il palo esterno. Sempre avanti la Capitolina: al 24’ numero di Hanout, assist per Petrucci, ma Silvi è strepitoso. Consalvo non si accontenta del pareggio e al 25’ inserisce De Cicco come portiere di movimento. Una tattica che molti frutti ha portato alla capolista, questa volta non funziona e al 27’ Roberto Fratini intercetta la sfera e da 30 metri insacca il 4-3 laziale a porta vuota. Capitolina sfortunata al 29’ quando Langiano colpisce nuovamente il palo, sfera che termina a Silvi che rinvia ed insacca il 5-3. Gara ormai chiusa, ma al 30’ De Cicco serve Langiano che, a porta vuota, riaccende le speranze giallonere. Speranze che durano solo pochi secondi, perché su un campanile a metà campo, Fratini si inventa una rovesciata, che centra la porta vuota e sancisce la clamorosa vittoria laziale.


Tre punti che permettono alla Lazio Calcetto di lasciare la zona retrocessione e di presentarsi alla sfida salvezza contro il Civitavecchia con il morale alle stelle, mentre in casa Capitolina la parola d’ordine è quella di recuperare gli assenti in vista del big match contro il Lido di Ostia. Gara che adesso è vietato sbagliare.