Notizie
Categorie: Altri sport

In casa Sharks grande successo per il Torneone di Minivolley: tra sport e solidarietà

Tanti giovanissimi atleti della società castellana si sono divertiti sotto rete, poi spazio al buffet con fini benefici



Foto di gruppo (foto Baroni) Una bellissima giornata di sport, divertimento e beneficenza firmata Sharks. Per raccontare la domenica di festa del “Cristiano Urilli” basterebbe guardare i volti dei protagonisti, dai più piccoli ai più grandi, tutti entusiasti ed emozionati nel partecipare a un evento unico nel suo genere.  O sarebbe meglio dire tre eventi in uno visto che il palasport monteporziano, degno del miglior Arturo Brachetti, si è svestito e rivestito a velocità supersonica per rendere possibile lo spettacolo, ma soprattutto per permettere ai bambini intervenuti, ai loro genitori e a semplici appassionati di gustarsi il lato migliore dello sport, trascorrendo quattro ore di puro divertimento, con un occhio e un’attenzione sempre attenti al sociale, come è sempre stato nella filosofia Sharks. Ad aprire i battenti il “torneone” di minivolley, con una cinquantina di piccoli pallavolisti di Monteporzio, Frascati e Roma Otto che non hanno lesinato energie sul parquet, meritando gli applausi del pubblico ma anche le medaglie e targhe appositamente confezionate per l’occasione, che rimarranno per tutti testimonianza indelebile di una giornata da ricordare. Autentica novità, particolarmente apprezzata da grandi e piccini, è stata la “dimostrazione” di sitting volley, resa possibile da Lorenzo De Gregoriis, tecnico della Federvolley che è riuscito a coinvolgere sul parquet atleti, bambini, genitori, apparsi molto interessati e piacevolmente sorpresi dall’iniziativa.  A margine dell’evento, il “buffet” di solidarietà con ricavato devoluto interamente alla cooperativa sociale “Il Seme”, che si occupa di assistenza ai ragazzi disabili. Altro momento di “festa”, a cui tutti hanno partecipato offrendo il proprio contributo. Insomma, per dirla in una parola, un successo. Di solidarietà, e non solo. Perché anche quando non c’è nulla in palio a Monteporzio, con gli Sharks, si vince.