Notizie
Categorie: Giovanili

Inarrestabile Vigor!

Un 2 a 1 sui tirrenici del Ladispoli basta ai ragazzi di Caranzetti per ipotecare la semifinale.



VIGOR PERCONTI- LADISPOLI 2-1 

MARCATORI Spatara (V) 3'st, Pascarella (V) 20'st, Calabresi (L) su rig. 43'st 

VIGOR PERCONTI Fabiani, Antocchi, Custodio(35'st Mastromarino), Spatara, Derosas, Del Prete, Pastorelli (1'st Pascarella), Gallace (26'st Paris), Carpisassi (1'st Bindocci), Giordano, Taormina(40'st Carinci)  PANCHINA  Pescetelli, Passeri ALLENATORE Caranzetti

LADISPOLI  Romano, D'Ottavi(35'st Giannattasio), Casoli, Calabresi, Mei, Fanni(27'st Carastro), Garbati(25'st Iachini), Pellicano, Simoes, Savarino, Zucchi PANCHINA  Ferrari, Di Russo, Mihai ALLENATORE Bosco 

ARBITRO Pica di Rm 1 

NOTE Ammoniti Simoes, Custodio, D'Ottavi, Casoli, Taormina 


 Le reti di Spatara e Pascarella, tutte nel secondo tempo, regalano alla Vigor Peconti l'accesso diretto alla semifinale. Il rigore trasformato dal capitano del Ladispoli al terzo minuto di recupero, non basta a riaprire una partita che è sembrata chiudersi già in avvio di ripresa, con la squadra di mister Caranzetti che rientra dagli spogliatoi più incisiva e pungente rispetto alla prima frazione di gioco. 


 Avvio di gara con la quinta marcia inserita da parte di entrambe le formazioni che, col piede ben premuto sull'acceleratore, iniziano a macinare metri su continui cambi di fronte. Primo tempo che si sviluppa soprattutto nel contrasto a centrocampo, con le due squadre che provano ad avanzare e superare la linea di difesa avversaria con lanci in profondità quasi sempre inoffensivi. Giocate di prima in velocità e le uniche vere palle gol della prima frazione di gioco arrivano su palle inattive. La prima, al 24', è per la Vigor che con un cross dalla sinistra di Gallace sfiora la rete grazie al successivo colpo di testa di Pastorelli di pochissimo sopra la traversa. Arriva subito la risposta del Ladispoli che guadagna in possesso palla col passare dei minuti. Calcio piazzato anche per i rossoblu in tenuta orange. Posizione ottima per la battuta di capitan Calabresi ma Custodio spazza via. Ancora punizione per i tirrenici stavolta dalla sinistra. Savarino pesca la testa di Mei che colpisce clamorosamente il palo. Passano pochi minuti e gli ospiti battono un altro calcio da fermo. Stavolta dentro l'area di rigore dove Calabresi va a colpire l'esterno della rete. L'ultima occasione prima del riposo è targata Vigor, con i padroni di casa che provano invano a trasformare l'ultima palla inattiva di Gallace. Un'azione del match @GazzettaRegionale


 Nella ripresa mister Caranzetti rientra in campo con due cambi che si riveleranno vincenti per il gioco dei padroni di casa. La Vigor, sin dalle prime battute infatti, dimostra di non aver perso freschezza e lucidità nonostante le energie spese nel primo tempo. Al 3' arriva il vantaggio. Così come in chiusura di primo tempo Gallace si porta sul pallone a battere l'ennesimo calcio da fermo. Stavolta però la punizione è di seconda e l'ultimo tocco, quello vincente, parte dai piedi di Spatara che dalla lunga distanza insacca  nell'angolino alto un gran bel gol. Il vantaggio della Vigor segna un po' la fine dei giochi per il Ladispoli che sembra accusare, non tanto il vantaggio avversario, quanto un primo tempo giocato su ritmi incessanti. Dopo un primo quarto d'ora a trazione rossoblù durante il quale non sono mancate le occasioni del raddoppio con due ottime giocate di Taormina prima a servire Pascarella e poi Bindocci che, sotto rete, non ha la meglio nell'uno due con Romano, il Ladispoli muove alla ricerca del pari. Per qualche minuto i tirrenici costringono la Vigor nella propria metà campo, ma gli interventi di Custodio e Del Prete saranno fondamentali. Al 19' Pellicano, dal limite dell'area, costringe Fabiani a una gran parata, lasciando nelle mani del numero 1 rossoblù l'ultimo vero pallone utile per pareggiare. Un minuto dopo, infatti, la Vigor raddoppia. Ancora una gran giocata di Taormina per Pascarella che stavolta non sbaglia il tap in vincente. 2 a 0 e la gara inizia ad abbassare i toni. Il gioco inizia a risentire della stanchezza delle due compagini e di fallo in fallo si arriva a quello del rigore per il Ladispoli. Troppo tardi però. Tardi per riaprire una gara ormai giunta al 43'. Capitan Calabresi trasforma dagli undici metri, portando il risultato su un 2 a 1 che sarà il finale da lì a un paio di minuti, con la Vigor che guadagna il suo posto in semifinale.