Notizie
Categorie: Altri sport

Inizia la Serie A Femminile: San Saba in casa dell'Amsicora Cagliari

Difficile trasferta per le capitoline, ma a tenere banco è ancora il "caso sponsor"



Chiara TiddiFinalmente si inizia e da domenica l’hockey rosa esordirà in campionato . Si continua con la formula dello scorso anno con otto squadre al via , ma soprattutto con  una regular season divisa come sempre in due fasi e poi play off scudetto per le prime quattro ed una sola retrocessione per l’ultima classificata. Grande novità , grazie al Progetto residenziale della Nazionale Femminile che sta tentando la scalata ad uno dei posti disponibili per Rio 2016 , l’inserimento nelle squadre italiane ( a carico federale) al momento di 10 atlete italiane ma di scuola argentina, uno dei paesi top dell’hockey femminile. Quindi campionato femminile potenziato e più interessante con tutte le squadre in grado di fare il risultato e senza una vera favorita . La Libertas San Saba ne ha beneficiato, senza partecipare al draft di scelta in quanto le atlete erano già in forza alla squadra romana,  con due giocatrici ( Aldana Lovagnini e Giuliana Ruggieri ), ma soprattutto con il rientro a Roma delle due gemelle Pacella e di Chiara Tiddi . Una squadra, quindi , profondamente cambiata dallo scorso anno , ma anche affidata ad un tecnico di ritorno , Pato Mongiano , già nei quadri tecnici del gruppo HC Roma / San Saba e allenatore delle sansabine nelle stagioni 2007/08 e 2008/09 dove aveva anche conquistato uno scudetto, che è andato a sostituire Mirko Chionna tornato nei quadri tecnici dell’Hockey Club Roma  .  “ E’ una stagione senza dubbio interessante e fortemente influenzata dall’avventura della nostra nazionale “ dice il coordinatore del gruppo hockeystico romano  Enzo Corso “ Stiamo iniziando in ritardo proprio per gli impegni delle azzurre , ma  l’inserimento di 10 giocatrici di scuola argentina di grande livello tecnico che non giocavano in Italia ed il rientro della Galligani, della Tiddi e delle Pacella dalle loro esperienze all’estero ci farà assistere ad un gran bel campionato.  . Per noi come San Saba è un importante up grade che può far crescere le nostre giovani in maniera importante. Infatti Elisabetta e Giulia Pacella sarebbero , comunque,  rientrate da noi per questo campionato ed eravamo anche in parola con Aldana Lovagnini , ma sia Chiara Tiddi che Chula Ruggieri, nonostante le nostre insistenze , non so se senza il residenziale avrebbero giocato quest’anno in Italia. Tra l’altro Chula , per i suoi impegni universitari  Rosario, si unirà a noi solo per fine ottobre.  “ .   Quindi campionato senza favorite e giochi aperti con già sfide importanti sin dalla prima partita “Tutte le squadre non sono riuscite a fare grande pre campionato e non hanno avuto la possibilità di provare le rose al completo . Quindi si va un po’  al buio” continua Corso “ Noi siamo una squadra molto rinnovata che farà a meno di giocatrici importanti e storiche come Federica Corso ed Alessia Giulianelli che hanno  deciso di abbandonare lo sport agonistico e di Lilian Kimeu. Poi rispetto all’ultima stagione anche Lucia Gonzalez, Agustina Mama ed Adela Reinosova ,  quindi sarà comunque dura per Mongiano amalgamare inizialmente la squadra.   Per noi una partita di esordio difficilissima con una  nostra bestia nera che lo scorso anno ci ha battuto due volte per 3 a 0 ed 1 a 0 . Vediamo che succederà … . “  La società ha perso lo sponsor Acea ? Risponde sempre Enzo Corso“Non è proprio così. Diciamo che siamo in attesa di una loro decisione sia per la Libertas San Saba che per l’Hockey Club Roma , in quanto a causa del cambio di management è stato tutto rimesso in discussione . Ovviamente, essendo iniziati i campionati, siamo molto preoccupati e stiamo lavorando per convincere i vertici dell’azienda e nello stesso tempo ci stiamo muovendo su altri fronti.”