Notizie

Irrompe un classe '99 nel tridente della seconda puntata

Dal 4-2-3-1 dell'ultima volta passiamo ad uno schieramento più offensivo. I migliori 11 di questa settimana sono tutte new entry



Secondo appuntamento con la miglior formazione degli under 19 migliori della settimana. Rispetto alla scorsa uscita c'è stato un totale ricambio degli elementi in campo ed abbiamo anche modificato il modulo di gioco per cercare di snaturare meno possibile le caratteristiche di ogni singolo giocatore. Passiamo quindi dal 4-2-3-1 dell'esordio ad un 4-3-3


La top 11 di questa settimanaTop 11 La novità principale è l'"esordio" di un ragazzo classe '99. Si tratta di Mallozzi del Città di Minturnomarina, capace di regalare i tre punti al suo club entrando dalla panchina nella sfida contro l'Arce. Il giovanissimo attaccante pontino ha messo a segno la doppietta decisiva in 22 minuti, segnando al 13' e al 35'. A fargli compagnia nel tridente troviamo un giocatore più "esperto": Marco Igliozzi. Il classe '96 della Vigor Perconti, fascia al braccio nell'1-5 di Falasche, ha firmato due reti (destro dal limite per il sorpasso sull'1-1 e calcio di rigore per il momentaneo 1-4) ed ha regalato giocate in quantità per il reparto offensivo di Andrea Persia. Rimanendo sempre nel girone B della Juniores Elite, altro attaccante che si è messo in luce in questa settimana è stato il classe '98 della Tor Tre Teste Andrea Caprioli. Suoi 2 dei 4 gol con cui la formazione di Tocci ha centrato il primo successo stagionale sul campo dell'Unipomezia. Il primo al 9’, quando si è involato sulla destra e in diagonale ha battuto Salerno, il secondo al 12' della ripresa con un bel pallonetto dal limite a scavalcare il portiere pometino. Nello stesso match fondamentale è stato l'operato di Paglici, portiere abituato alle luci della ribalta. Nonostante le 2 reti subite, il numero 1 rossoblu ha compiuto diverse prodezze (in particolare su Toma e Berardi) che hanno permesso al team del Candiani di vincere. Davanti a lui, sulla corsia di destra piazziamo Scala del Colleferro. L'esterno basso classe '98 sta dimostrando un'intensità invidiabile per la categoria e nel pareggio per 3-3 dei rossoneri di Cangiano col Palestrina non solo le ha messe nuovamente in mostra, ma è riuscito anche a trovare la via della porta, saltando con un dribbling il portiere avversario. Sulla fascia opposta spazio a Cassetti del Città di Ciampino, per il quale si può fare lo stesso discorso del "compagno di squadra". Coppia centrale formata da Okorie (Montespaccato classe '97) e Di Paolo (Vigor Perconti classe '96). Entrambi puntuali nelle chiusure e nei movimenti difensivi sono anche andati vicini al gol almeno in un'occasione. Clamorosa quella per il giocatore di Morigi, che ha colpito un palo. In cabina di regia si è imposto Bianchi del Grifone Monteverde. Non ha soltanto mostrato ottime qualità in fase di costruzione della manovra, ma è riuscito anche a mettere a segno una doppietta. Davvero bello il secondo gol firmato contro il Montefiascone; un gran sinistro dal vertice dell’area che si infila è infilato sul palo più lontano. Al suo fianco il migliore in campo della supersifda Juniores tra Certosa e Savio, ossia Falconieri e Matteo Frezzotti del Cedial Lido dei Pini. Il centrocampista agli ordini di Pucciarelli ha messo in mostra davvero ottime geometrie alle quali è mancato solamente il gol per rendere la giornata davvero indimenticabile, mentre il secondo ha trovato il gol che ha chiuso i giochi contro il Nettuno con uno splendido destro al volo su "assist" da rimessa laterale di Bernardi.