Notizie

Italia - Georgia: finisce 1-1 nel fango di Genzano

Buona prova dell'Italia con gli azzurrini di Pane che rispondono con Parigini all'iniziale vantaggio georgiano firmato da Margvelashvili



MARCATORI 32'pt Margvelashvili (G), 8'st Parigini (I)
ITALIA Scuffet (34'st Montipò), Calabria (16'st Gemignani), Troiani (16'st Lo Porto), Murgia (1'st Pugliese), Sciacca, Coppolaro, Parigini (39'st Palombi), Sbrissa (16'st Gerli), Cerri (16'st Minelli), Bentivegna (1'st Di Molfetta), Panico (1'st Bonazzoli) PANCHINA Luperto, De Santis ALLENATORE Pane
GEORGIA Kurdadze, Chabradze, Dumbadze (23'st Japiashvili), Margvelashvili, Tabidze, Kilasonia, Kharaishvili, Kiteishvili (25'st Meskhi), Beridze (18'st Shualaia), Zarandia, Kerdzevadze (46'st Tchkuaseli) PANCHINA Goshadze, Chikladze, Tchanturia ALLENATORE Devdariani
ARBITRO Chindemi di Viterbo Assistenti Valente e Perna
NOTE Angoli 7-3 Recupero 1'pt - 3'st

Buon test per l'Italia contro la Georgia  © Gazzetta RegionaleNel fango di Genzano, Italia e Georgia impattano sull'1-1. Finisce così con un pari l'ultima amichevole prima della Fase Elite del Campionato Europeo di categoria in programma dal 26 al 31 marzo in Austria. Gara equilibrata in cui gli azzurrini del Ct Pane hanno saputo rispondere colpo su colpo ad un'ottima Georgia. I crociati biancorossi hanno infatti ben figurato, trascinati dalle prestazioni di Zarandia e Kerdzevadze in attacco, oltre che del difensore Margvelashvili e del portiere Kurdadze. L'Italia è comunque parsa in buona forma reagendo allo svantaggio iniziale, nonostante un campo al limite dell'impraticabilità, fermata solamente dall'ottima tenuta difensiva avversaria.

La gioia di Margvelashvili dopo il gol  © Gazzetta RegionaleSorpresa Georgia. Sugli spalti di Genzano in parecchi sono rimasti sorpresi. I biancorossi di Devdariani infatti, non hanno fatto complimenti ma anzi hanno mostrato delle individualità di grande spessore. Tant'è che il primo vero squillo arriva proprio dai giocatori biancorossi con Zarandia che affonda sulla destra perp oi centrare un pallone teso che Scuffet smanaccia con la difesa che poi perfeziona il disimpegno. Un brivido che sveglia gli azzurrini che provano a pungere con le incursioni di Panico e Parigini ma, in entrambi i casi, Kurdadze è impeccabile rifugiandosi in angolo. Poco dopo la mezzora arriva poi l'episodio che non ti aspetti. Angolo della stellina del Genk Zarandia su cui si avventa Margvelashvili che di testa non lascia scampo all'estremo difensore dell'Udinese.

Parigini segna l'1-1 nel fango di Genzano  © Gazzetta RegionaleL'Italia cresce. Negli spogliatoi Pane corre ai ripari, qualche cambio, e un paio di dritte che gli azzurrini sembrano aver ben assimilato. L'Italia infatti sembra prendere le misure alla Georgia che dopo una manciata di minuti subirà il gol del pareggio. All'ottavo Cerri lavora un buon pallone dal limite per poi trovare il corridoio per il taglio di Parigini che trafigge Kurdadze in uscita. La rete dell'1-1 da sicurezza all'Italia che cresce tanto da chiamare l'estremo difensore biancorosso ad almeno un altro paio di miracoli. Il primo poco prima del quarto d'ora, quando toglierà dall'incrocio una zuccata di Cerri. Il secondo, con cui ha strappato gli applausi del pubblico, arriva proprio nel finale. Palombi, appena entrato, si dimostra come uno degli uomini più in forma affondando bene sulla corsia mancina. L'attaccante biancoceleste pennella poi un perfetto rasoterra su cui si avventa Di Molfetta che però si vedrà clamorosamente respingere il pallone da un Kurdadze oggi in stato di grazia. Da qui alla fine non ci saranno ulteriori sussulti con il match che si chiude quindi sull'1-1. Sebbene non sia arrivata la vittoria, il ct Pane può comunque godersi una buona Italia a cui non resta che scaldare i motori in vista del viaggio in Austria.

In arrivo approfondimenti sulla partita, interviste al Ct, ai giocatori e ad un osservatore speciale del match... Tutto questo nel nostro freepress scaricabile gratuitamente da domenica in tarda serata