Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Giovanili

Juniores, la Carlisport Cogianco saluta il sogno play off

La formazione castellana cede 9-8 all'History Roma 3Z e perde la possibilità di accedere alla post season



La Juniores della Carlisport Cogianco, i play off sfumano all'ultima giornataLa Carlisport Cogianco perde contro l’History Roma 3Z 9 a 8 e con la contemporanea vittoria della Roma Torrino Futsal per 5-4 vede sfumare i play-off perdendo il terzo posto proprio in favore dei romani. Davvero una grande beffa per la squadra castellana che, dopo una stagione fra più alti che bassi, vede sfuggire di mano un obiettivo dichiarato e soprattutto alla portata della compagine comandata da Esposito.

Nel match di ieri sera tuttavia il risultato è rimasto sempre in bilico, con continui colpi di scena quando invece la partita sembrava incanalarsi verso una precisa direzione. A far pesare il risultato negativo per la Carlisport Cogianco ci sono stati anche tre legni in momenti decisivi che poi sono stati pagati subendo gol in altrettanti situazioni importanti. Inizio sotto shock per la Carlisport Cogianco che si ritrova sotto 2-0 dopo appena 3 minuti di gioco frutto di una partenza razzo degli avversari. Per fortuna la squadra ospite si sveglia in tempo e riapre subito la partita con Tetti che fa 2-1. Al 13' brutta palla persa dalla squadra castellana sulla tre quarti che subisce il contropiede e il 3-1. Ancora Tetti prende per mano la squadra e intercetta un passaggio sulla sua tre quarti, riparte forte verso la porta avversaria e scarica una conclusione che si infila sotto agli incroci per il 3-2. La squadra di Esposito non riesce a rimettere in piedi la partita e su un rimpallo perso a centrocampo si fa trovare scoperta in difesa e l'History Roma 3Z riporta a due i gol di distanza con la rete del 4-2. Al 20' buona azione in combinata tra Raubo e Samuele Datti ma il tiro del numero 10 finisce sul palo. Un minuto dopo invece Raubo è bravo a ribadire in rete un pallone ribattuto dal portiere e portare la squadra sul 4-3. Prima dello scadere del primo tempo la Carlisport Cogianco trova finalmente il pareggio: Tetti suggerisce verticalmente per Rossi che stoppa la palla spalle alla porta poi serve per l'inserimento di Viglietta che liberato bene dal compagno davanti alla porta non sbaglia.

Dopo due minuti dall'inizio della ripresa la squadra di casa si riporta avanti in seguito ad una respinta di Tarenzi che si trasforma in assist per gli avversari che segnano il 5-4. Al 6' da fallo laterale Viglietta tocca per Tetti che con il destro buca letteralmente le mani al portiere avversario e pareggia i conti. Subito dopo altro legno clamoroso a negare il gol su conclusione di Viglietta. All'11 la Carlisport Cogianco completa la rimonta e si porta avanti nel punteggio: Raubo fa ripartire l'azione sulla destra e tocca per l'ennesimo inserimento di Viglietta, il numero 8 arriva davanti al portiere ma invece di calciare in porta scarica nuovamente per Raubo che con il tapin vincente gonfia la rete. Contro il grande impegno messo in campo dai ragazzi di Esposito ci si mette anche la sfortuna quando Samuele Datti colpisce il terzo legno trovando la traversa. Al 19' nuova parità quando l'History Roma 3Z da calcio piazzato trova la giusta deviazione che si deposita in porta. La partita si fa intensa e la squadra di casa ritrova il gol che spezza ancora l'equilibrio, portandosi avanti 7-6. Equilibrio che dura pochissimo perché il destro di Tetti si dimostra micidiale e dotato di mirino, infilandosi ancora una volta sotto gli incroci per il 7-7. L'History Roma 3Z però non è da meno e in contropiede colpisce ancora per l'8-7. La Carlisport Cogianco si mette così in campo con il portiere di movimento ma in una delle azioni di attacco sbaglia l’impostazione del gioco e subisce il classico gol da lontano. Samuele Datti prova a riaccendere le speranze con il gol del 9-8 ma dopo 2’ di recupero la partita termina con lo stesso risultato. La stagione si conlcude quindi qui per la Carlisport Cogianco, delusa per la sconfitta ma soprattutto per la mancata qualificazione ai play-off, che riporta adesso tutti i discorsi all’anno prossimo. Un applauso va comunque fatto ad Esposito e a tutti i suoi ragazzi che mai per un’istante hanno mollato, lottando su ogni pallone per tutto il campionato.