Notizie
Categorie: Giovanili - Juniores

Juniores Primavera, tris del Garbatella al Fregene

Continua la striscia positiva della compagine di Gianluca Battaglia: Pisani, Ta'Ani e Salvucci lanciano i capitolini ai piani alti della classifica



GARBATELLA – FREGENE 3-1

MARCATORI Pisani 15' pt (G), Ta'Ani M. 25' pt (G),Salvucci 25' st (G), Razza 49' st (F)
GARBATELLA Priori, Zaccagnini, Ortame, Terracciano, Costantino, Torres (10' st Lucidi),Ta'Ani M. (27' st Bolletti), Bongiovanni (10' st Cirulli), Pisani (30' st De Siati), Cioli, Salvucci (30' st Messina) PANCHINA Cimaroli, Cannuzzi ALLENATORE Battaglia
FREGENE Filippone, Vigna, Salaris, Dominici, Panunzi, Cecchini, Mattiuzzo,Testi, Amori (19' st Stival), Melchiorri (13' st La Scala), Cillara (8' st Razza) ALLENATORE Bartolucci
NOTE Espulso Dominici (F) per doppia ammonizione Ammoniti Terracciano,Costantino, Cioli, Vigna, Dominici, Salaris, Melchiorri

Il Fregene che arriva nella Capitale è secondo in classifica e abbastanza ottimista sulle possibilità di centrare un risultato positivo. Dopo il triplice fischio, la squadra di Bartolucci torna a casa con tre reti sul groppone e qualche certezza in meno. Perché al centro sportivo “Cotral” va in scena lo spettacolo del Garbatella, che annichilisce gli avversari con un netto 3-1, frutto di una gara giocata a senso unico.Spalti gremiti al centro sportivo "Cotral" (foto Stefano Pioli)

Il 4-4-2 del tecnico Battaglia si rivela letale dopo appena 15', quando Pisani si infilatra il terzino ospite e il portiere, andando a realizzare il gol che spiana la strada ai suoi. Il Garbatella è padrone del campo e dopo 10' il risultato cambia di nuovo: verticalizzazione di Ortame, assist di Cioli e tap – in vincente di Ta'Ani, che vale il 2-0. Ospiti non pervenuti. Prima dell'intervallo, lo scatenato Ortame ha sul piede la palla del 3-0, ma l'appuntamento con il tris è rimandato nella ripresa. Al ritorno dagli spogliatoi, però, il Frgene ha un altro piglio. Melchiorri prova a dare vivacità alla manovra offensiva biancorossa, impattando più volte contro il muro di difensori avversari. Il Garbatella è meno brillante rispetto ai primi 45'. Se ne accorge anche Battaglia, che cambia qualche pedina e opta per un modulo più accorto. E i risultati non tardano ad arrivare: al quarto d'ora traversa di Costantino su calcio di punizione, qualche minuto più tardi Bolletti si vede respingere un colpo di testa sulla linea di porta. Al 25' la palla finalmente entra. Schema su calcio piazzato collaudato in allenamento, taglio di Salvucci verso il dischetto e stacco di testa: 3-0. La gara finirebbe qui, se non fosse per una leggerezza difensiva della retroguardia locale, che permette a Razza di siglare il gol della bandiera in pieno recupero. Poco male per il Garbatella: al triplice fischio le uniche bandiere che sventolano sono quelle giallorosse.