Notizie
Categorie: Giovanili

Kodai Nakai, un nipponico per la Vigor: "In Italia serve tanta fisicità"

Il 18enne giapponese, nel nostro paese da due mesi, si sta allenando con il team rossoblu in attesa del transfer che arriverà ad inizio gennaio



Kodai Nakai con la maglia dell'AvezzanoSulla sua carta d'identità c'è scritto 18 anni, ma lui sembra già grande. Kodai Nakai, il calciatore giapponese della Vigor Perconti arrivato grazie a Calcio Fantastico (l'agenzia gestita da Akira Yoshida che ha come obiettivo quello di far fare esperienza in ogni parte del mondo ai giapponesi che gravitano nello sport dilettantistico e professionistico), è in Italia da poco meno di due mesi e si è già perfettamente integrato. Trequartista dai piedi buoni, Nakai (nella foto durante un provino all'Avezzano) ama l'Italia e i suoi giocatori. Ovviamente gente come Baggio e Totti, anche se il suo idolo è Del Piero: “Il mio modo di giocare, però, è diverso dal suo. Io sono Kodai Nakai e basta”.

Juventino doc, Nakai è in attesa del transfer che potrebbe arrivare nei primi giorni del mese di gennaio: “Sono rimasto affascinato dall'Italia, quando stavo in Giappone guardavo sempre il campionato ed era eccitante, ecco perché ho deciso di venire a giocare da voi, grazie al supporto di Akira Yoshida”. Il 18enne si sta scontrando con la diversità del calcio medio orientale da quello europeo: “Non è facile per noi – racconta – qui ci vuole di tanta fisicità, bisogna combattere. Essendo un giocatore brevilineo, cercherò di compensare con l'intelligenza e la tecnica di noi giapponesi. I miei compagni di squadra mi hanno accolto benissimo, mi stanno facendo innamorare dell'Italia”. E chissà che un domani noi non ci innamoreremo di lui...