Notizie
Categorie: Calcio a 5 - C/5 Femminile

L'Acquedotto annuncia dieci rinnovi per la prossima stagione: restano tutte le big

Le alessandrine confermano Benvenuto, Agnello, Pomposelli, Alvino, Amici, Baldinelli, Capozzi, D'Angelo, Vecchione e Salinetti



Serena Benvenuto, capitano delle alessandrine (Foto © Cantarelli)Nuovo allenatore, nuovo staff, nuovo campo, ma facce conosciute. L'Acquedotto progetta il prossimo anno e si appresta a fare le cose in grande. Il processo di crescita della società porta il sodalizio romano a cambiare casa, andando a disputare le partite interne al Pala Gems di via del Baiardo. Il mister sarà Alessandro Pomposelli, coadiuvato da uno staff di primissimo livello. Per ripartire e migliorare era necessario dare continuità al percorso di crescita svolto in questi anni. 

Benvenuto e Agnello. È per questo che sono ben 10 le ragazze che vengono confermate dalla passata stagione. C'è ovviamente il capitano Serena Benvenuto: “Sono sempre stata legata a questa maglia e a tutto l’ambiente. Essere per la quarta stagione di fila qui è importante. Tengo in modo speciale a questa squadra, a questo gruppo e a L’Acquedotto. Sappiamo già da dove ripartire, il primo obiettivo di squadra sarà andare oltre il punto in cui ci siamo fermate nella scorsa stagione. Anche personalmente l’obiettivo sarà quello di lavorare ancora meglio, per dare un contributo maggiore alla mia squadra durante tutta la stagione, confido molto nel nuovo staff tecnico”. Con Benvenuto, un'altra colonna portante della società, Sara Agnello: “Il prossimo anno mi aspetto un ulteriore miglioramento. È stato preso un tecnico di grande esperienza nel femminile e giocheremo in una grande struttura. Perché L'Acquedotto? Quattro anni fa cercavo una società che fosse qualcosa di più: l'ho trovato. Questa è la mia casa, la mia famiglia e la mia squadra”. 

Pomposelli e Alvino. Forse è la giocatrice più forte dell’intero pacchetto di calciatrici presenti in rosa. Anche Arianna Pomposelli non molla un centimetro e rinnova: “Quando parlai con la società mi presentò un progetto triennale e per questo motivo continueremo insieme sulla nostra strada. L’Acquedotto è società seria e questa è una squadra che sento mia: non c’era nessun motivo per andare via”. Suo padre come allenatore non è stato certo il motivo principale, ma un incentivo nel proseguire: “E’ uno degli allenatori migliori che ci siano in circolazione, il suo arrivo sarà importante”. Con Claudia Alvino, invece, la squadra ha fatto un salto di qualità in quanto a professionalità ed esperienza: “L’Acquedotto è un ambiente sano e con tanta voglia di fare solo ed esclusivamente calcio a 5 vero. Non vedo l’ora di cominciare con un progetto di prim’ordine, che può vantare uno staff di grande livello e una rosa di tutto rispetto che si sta costruendo”.

 “Denny e Baldi”. Veterana de L'Acquedotto, giocatrice simbolo e collante fra squadra e società, Laura Baldinelli non poteva che dire sì: “Saremo all'altezza, ne sono certa. La società si è sempre migliorata di anno in anno e ripongo grande fiducia nel Presidente e nel Direttore Sportivo. Non potrei mai scegliere un'altra squadra: questa maglia è come una seconda pelle”. Ormai da anni in maglia biancoceleste anche Denise D'Angelo: “Sarà il mio quarto anno a L'Acquedotto e nelle tre precedenti stagioni ho vissuto esperienze bellissime, sia sul piano tecnico che emotivo. So che questa società può darmi tanto e sono consapevole che anche io posso dare ancora qualcosa in più”. 

Le ragazze. Giovanissime, ma già pronte per i grandi palcoscenici, sia Capozzi che Amici: “La prossima stagione sarà migliore di questa, poiché abbiamo alle spalle un anno di serie A, quindi sapremo come affrontarla ancora meglio di quanto abbiamo fatto l'anno scorso e trarre vantaggio dagli errori commessi in passato” commenta la prima. “L'Acquedotto è una delle società più organizzate e professionali che ci siano in Italia – rincara la seconda -. Il nostro obiettivo sarà migliorarci ancora”. 

I portieri. Chiuderà i pali ancora una volta Angela Vecchione: “Mi è stata prospettata la possibilità di rinnovare e non vedo come avrei potuto scegliere diversamente. La società ha speso parole bellissime nei miei confronti ed era giusto proseguire insieme”. Con lei, a comporre un duo di estremi difensori di altissimo livello, Chiara Salinetti: “L’Acquedotto ha creduto in me a metà della passata stagione, nonostante non stessi passando uno dei miei momenti migliori. Ho lavorato per ritrovarmi e quest’anno era doveroso confermare il mio impegno, a maggior ragione perché siamo una squadra forte che punterà in alto”.